Partnership tra università e imprese: a Palermo incontro coi grandi colossi industriali :ilSicilia.it
Palermo

Dal 12 al 14 settembre all'Hotel delle Palme

Partnership tra università e imprese: a Palermo incontro coi grandi colossi industriali

11 Settembre 2018

Nei giorni 12-14 settembre si svolgerà a Palermo la XXIII Summer School Francesco Turco presso il Grand Hotel delle Palme. La manifestazione, cui parteciperanno circa 200 ricercatori provenienti da tutte le Scuole di Ingegneria delle Università Italiane, costituisce un importante momento di confront tra le imprese.

L’evento è organizzato dall’AIDI (Associazione Italiana Docenti di Impianti Industriali) e rappresenta il momento annuale di incontro di tutti i ricercatori del settore Impianti Industriali con l’obiettivo di condividere le più recenti ricerche nell’ambito della progettazione e gestione degli Impianti Industriali, della Logistica integrata, della Gestione della Qualità, del Project Management, della Manutenzione e Sicurezza, della Gestione magazzini.

La ricerca applicata costituisce sicuramente per le Università uno degli strumenti per connettersi con il mondo produttivo e sociale. Essa dovrebbe fare percepire all’esterno l’importanza della ricerca per lo sviluppo socio/economico del paese, ma purtroppo a volte gli interessi accademici confliggono con quelli più pragmatici delle imprese, facendo apparire il mondo accademico come un mondo orientato ai propri interessi parziali. Resta comunque il fatto che la ricerca è essenziale per realizzare l’innovazione, creare cioè nuovi prodotti, nuovi processi produttivi, nuovi sistemi di gestione per ottenere un valore aggiunto economico/sociale per il paese. Va fatto quindi il massimo sforzo per riuscire a rendere più efficace la partnership tra Università e Imprese analizzando le criticità di tale collaborazione, dovute molte volte agli obbiettivi divergenti del mondo produttivo e della ricerca accademica.

Nell’ambito della Summer School giorno 14 Settembre alle ore 11,00 presso la sala “Camino” del Grand Hotel delle Palme di Palermo si terrà un tavolo tecnico dal titolo “Partnership tra Università e Imprese strumento di sviluppo socio economico nazionale”. A tale incontro parteciperanno sia rappresentanti del mondo aziendale che accademico.

Scopo del tavolo, moderato dal direttore editoriale de ilSicilia.it – Maurizio Scaglione – sarà quello di dibattere, tra rappresentanti delle università e delle imprese, le problematiche inerenti il settore impiantistico Industriale in relazione allo sviluppo e alla crescita aziendale.

Maurizio Scaglione

I rappresentanti della Aziende porteranno a conoscenza le esperienze già fatte in termini di collaborazione con il mondo della ricerca, evidenziando sia i risultati positivi raggiunti, ma anche le criticità del rapporto Impresa/Università. Il confronto si propone altresì di delineare nuovi orizzonti di una partnership tra le imprese partecipanti e l’Università.

 

Il tavolo tecnico sarà moderato da Maurizio Scaglione, editore de ilSicilia.it

Parteciperanno:

Mauro Bregolato – Robert Bosch s.p.a.

Sergio Cavalieri – Associazione Italiana Docenti Impianti Industriali

Massimo Debenedetti – Fincantieri s.p.a.

Mario Enea – Università degli Studi di Palermo

Ferdinando Morace – Liberty Lines s.p.a.

Alessandro Pelosini – Fincantieri s.p.a.

Giuseppe Russello – Omer s.p.a.

Angelo Stella – Bosch Rexroth s.p.a.

Salvatore Torrisi – Agroindustry Advanced Technologies s.p.a.

SCARICA QUI IL PROGRAMMA


 

OMER S.p.A.

OMER opera nel settore degli arredi interni e della componentistica per mezzi di trasporto ferroviario tipo High Speed Trains, Double Decker Trains, Metropolitane, proponendosi al mercato come sistemista in grado di gestire l’intero progetto degli interni, nel rispetto delle specifiche del cliente e del concept di stile.

OMER è un’azienda con una spiccata vocazione produttiva, e pertanto l’attività ingegneristica sviluppata dal proprio Dipartimento individua soluzioni che, nel rispetto di vincoli imposti dal Cliente e dalle specifiche di prodotto, minimizzano i costi di produzione del manufatto finale. ll Dipartimento di Ingegneria dell’Azienda sin dalla fase preliminare di ogni progetto, mira a sviluppare soluzioni tecniche anche innovative di prodotto e di processo, finalizzate all’ottenimento del miglior compromesso costi/benefici e nel pieno rispetto dei requisiti richiesti dal Cliente.

Facendo esclusivo ricorso alle proprie risorse, OMER realizza sistemi completi d’arredo e componentistica ferroviaria, trasformando materia prima in prodotto finito. La capacità di sviluppare al proprio interno tutte le fasi realizzative, conferisce ad OMER un’estrema flessibilità produttiva.

Gruppo BOSCH

Il Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Grazie ai circa 402.000 collaboratori impiegati nei quattro settori di business Mobility Solutions, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo Bosch ha registrato un fatturato di 78,1 miliardi di euro nel 2017. In qualità di azienda leader nel settore IoT Bosch offre soluzioni innovative per smart home, smart city, mobilità connessa e Industry 4.0. Inoltre, utilizza la propria competenza nella tecnologia dei sensori, dei software e dei servizi, oltre che nel proprio cloud IoT per offrire ai clienti soluzioni connesse, cross-domain da un’unica fonte. L’obiettivo strategico del Gruppo è quello di fornire soluzioni innovative per una vita connessa. Seguendo lo slogan “Tecnologia per la vita” Bosch, grazie ai suoi prodotti e servizi, migliora la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo. Il Gruppo è costituto dall’azienda Robert Bosch GmbH e da circa 440 tra consociate e filiali in oltre 60 Paesi. Se si includono i partner commerciali e di servizi, la rete di produzione e vendita di Bosch copre quasi tutti i Paesi nel mondo. La base per la crescita futura della società è la forza innovativa, 64.500 sono i collaboratori Bosch impegnati nella ricerca e sviluppo in circa 125 sedi in tutto il mondo.

Liberty Lines S.p.A.

Liberty Lines può contare su una flotta navale di 32 aliscafi, che le consente di essere l’azienda per il trasporto marittimo veloce per passeggeri più grande del mondo. Ultimamente la Liberty Lines ha inaugurato nuove rotte con la Grecia sulla linea Otranto-Corfù-Paxos.

I dati danno la misura del suo successo: circa 3.500.000 passeggeri all’anno, un milione di miglia percorse, 100.000 partenze registrate nel 2016, la presenza su 33 scali italiani ed esteri, un team di 600 dipendenti tra amministrativi e marittimi.

Dall’esperienza ultraventennale di Liberty Lines nasce a Trapani nel cuore del Mediterraneo Liberty Shipyard, unico cantiere navale al mondo specializzato nella costruzione di aliscafi, nel quale vengono operate tutte le manutenzioni dei mezzi. Inoltre è stato realizzato nel 2016, in partnership con l’Università di Palermo, l’aliscafo più grande del mondo costruito nella storia, il Super Admiral 350. Primo aliscafo interamente progettato e costruito all’interno di Liberty Shipyard classe Admiral ad ali secanti, con strumentazione elettronica all’avanguardia e consumi estremamente ridotti: un gigante del mare, che ha inaugurato la linea di mezzi navali veloci realizzati presso il cantiere.

Agroindustry Advanced Technologies S.p.A.

A.A.T. nasce nel 1998, dallo scorporo di parte delle attività di A.I.D. (Agriculture Industrial Development), già fondata nel 1969, per dare una svolta innovativa all’agricoltura italiana e per la valorizzazione degli agrumi e di altri frutti, con la realizzazione di macchine agroindustriali all’avanguardia.

Con il marchio Oranfresh®, A.A.T. sviluppa e produce macchine agroindustriali per rispondere alle moderne esigenze dei comparti Vending e Horeca (Hotel/Restaurant/Café), impiegando tecnologie avanzate e processi altamente innovativi per la preparazione di succhi freschi di arancia e altra frutta, con l’obiettivo di soddisfare la crescente domanda globale di healthy food e di succhi naturali non da concentrati o pastorizzati.

L’azienda – con stabilimenti produttivi, uffici e centro Ricerca & Sviluppo nell’area industriale dell’Etna Valley, a Catania – vende una linea esclusiva di distributori automatici per spremute d’arancia; una vasta gamma di macchine spremiagrumi; centrifughe commerciali e altri prodotti, esportati in oltre 60 paesi nel mondo, tra cui Cina, USA, Australia, Paesi del Nord Europa, Medio ed Estremo Oriente e – naturalmente – Italia, dove le macchine Oranfresh® sono presenti da più di quindici anni negli oltre 700 Autogrill delle più importanti città italiane, lungo la rete autostradale, negli aeroporti, nei più celebri punti ristoro e presso la catena McCafè del gruppo McDonald’s.

FINCANTIERI S.p.A.

Più di 230 anni di storia e oltre 7000 navi progettate e realizzate. 20 cantieri tra Europa, Americhe e Asia. Circa 20000 persone al lavoro, il 60% delle quali fuori dall’Italia. 5 miliardi di euro di ricavi. Sono alcuni dei numeri che oggi fanno di Fincantieri il solo operatore della cantieristica navale mondiale capace di costruire tutte le tipologie di mezzi navali a elevata complessità. Dalle navi da crociera ai mega yacht, dalle navi militari ai mezzi offshore high-tech.

Con un portafoglio attuale di 106 unità navali Fincantieri può considerarsi il principale costruttore navale occidentale e fra i primi cinque nel mondo nonché il numero uno per diversificazione e innovazione.

Fincantieri destina ogni anno una media di 70 milioni di euro in R&D (113 milioni di euro nel 2017) per offrire al mercato le più avanzate soluzioni tecnologiche applicate alla massima customizzazione di prodotto. La capacità non solo di soddisfare le richieste dei clienti, ma anche di anticiparle, è infatti uno degli asset strategici più centrali. “Innovation Challenge” è una delle principali iniziative del Gruppo nel campo dell’Open Innovation finalizzata a valorizzare l’ambiente universitario come incubatore di idee “out of the box” da importare in azienda una volta maturate, per tradurle in innovazioni di prodotto sui temi più critici per la competitività: riduzione del costo e del peso di prodotto; qualità percepita; aumento dell’efficienza energetica; massimizzazione del carico pagante.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Io guardo e rido, in questo momento

Io credevo che il vecchio mondo, i grandi popoli stessi avrebbero condiviso la loro parte migliore per far nascere una Europa grande unica e coesa che desse il meglio di sé stessa e invece alle prime difficoltà serie, abbandonati codici e decimetri, son venute fuori le profonde differenze e gli egoismi.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

“Calati juncu, ca passa la china”

Al famoso termine‘resilienza’, oggi abusato ben oltre il campo d’indagine della psicologia, perché fa trendy ed è dunque omologato e omologante, voglio opporre un proverbio siciliano: “Calati juncu, ca passa la china”, ovvero “Giunco, piegati per fare passare la piena del fiume”
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Covid 19: cosa è bene sapere

Tutti e tre questi virus hanno come serbatoio animale i pipistrelli. Il passaggio delle infezioni virali da animale a uomo sono molto rare ma nel caso dei coronavirus sopra riportati il virus è riuscito a passare nell’essere umano e si è diffuso da persona a persona