Passa all'Ars la "mini-finanziaria", trovati i fondi per trentamila lavoratori | ilSicilia.it :ilSicilia.it

Il voto d'Aula

Passa all’Ars la “mini-finanziaria”, trovati i fondi per trentamila lavoratori

di
14 Dicembre 2018

L’Assemblea regionale siciliana ha dato il via libera al ddl variazioni di bilancio. 31 i voti favorevoli, 20 i contrari.

Fra le norme contenute nel ddl, anche lo stanziamento di circa 5 milioni e mezzo per gli ex Pip, circa 2.700 persone. All’interno anche del ddl sulle variazioni di bilancio anche i fondi per 16 mila Forestali e per i 2.234 addetti dei Consorzi di bonifica.

Con la “mini-Finanziaria”  trovati i fondi anche per i lavoratori dell’Esa che rischiavano di restare senza stipendi. In tutto sono circa 30 mila coloro che beneficeranno di questo provvedimento: si tratta per lo più di precari e dipendenti di enti regionali.

Stanziati anche 3 milioni di euro per Istituto regionale Vini e Oli; un fondo di circa 3 milioni per i comuni in dissesto, predissesto finanziario o con stipendi arretrati; 1,7 milioni circa per le Ipab; mantenimento dei fondi per centri antiracket, antiviolenza e per le vittime della mafia.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

La parola ‘dieta’

Dieta è un termine di origine greca che vuol dire appunto “stile di vita” intesa come abitudini alimentari corrette supportate da un’adeguata attività fisica
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.