Passante ferroviario, via libera alla talpa. L'Arpa dà l'ok agli scavi :ilSicilia.it
Palermo

Raggiunto l'accordo. Rfi: "Entro un mese la Tbm partirà". Problemi invece sulla Cefalù-Castelbuono

Passante ferroviario, via libera alla talpa. L’Arpa dà l’ok agli scavi

di
2 Marzo 2017

Buone notizie per il “Raddoppio del passante ferroviario di Palermo”, maxi appalto da 1,2 miliardi di euro completo all’80%. Dopo l’ok della Regione alla variante per demolire i 5 edifici pericolanti di vicolo Bernava, ieri si è sciolto un altro importante nodo: lo stop alla talpa“Marisol” deciso dall’Agenzia regionale per la protezione ambiente (Arpa).

cava troia sferracavallo
Cava Troìa a Sferracavallo

All’impresa Sis venivano contestate delle prescrizioni ambientali sulle “le rocce da scavo e lo smaltimento sulle cave Troìa e Impisu, situate nei pressi dello svincolo di Sferracavallo”. In pratica, veniva chiesta un’integrazione sul “monitoraggio delle terre potenzialmente inquinanti”.

 

Ieri Sis e Italferr sono state ascoltate dall’Arpa e, come previsto da Rfi, il problema è stato risolto agevolmente: «Abbiamo trovato un accordo – spiegano dall’Arpa – come prevedibile, rivedendo alcune posizioni. A metà marzo faremo un provvedimento definitivo con Italferr e Sis in cui specifichiamo meglio la questione del monitoraggio delle rocce da scavo, il trattamento dei materiali tirati fuori dalla galleria “Notarbartolo-Belgio”, e i tempi d’attesa per le risultanza analitiche su tossicità e principi attivi potenzialmente dannosi o inquinanti».

La talpa Tbm "Marisol" a Notarbartolo
La talpa Tbm “Marisol” a Notarbartolo (18.06.2016) © D. Guarcello

“La Sis – aggiungono dall’Agenzia regionale per l’ambiente – deve pertanto ottemperare a prescrizioni non eccessivamente stringenti, previste dall’art. 184 del decreto legislativo 152/2006. E non alle nuove prescrizioni normative (D.M. 161/2012)”. Questo perché il progetto e il monitoraggio ambientale era già stato presentato dall’impresa a suo tempo, prima della nuova normativa.

Soddisfazione è stata espressa dai vertici di Rfi, che si lasciano andare ad una previsione: «È una buona notizia. Entro un mese circa potremo iniziare lo scavo con la talpa Tbm “Marisol”». Il tratto da scavare per la precisione è lungo 1.978,50 metri, il volume geometrico totale del materiale scavato sarà di 140.000 metri-cubi, il tempo di scavo stimato è di 10 mesi con un avanzamento medio presunto di 6,6 metri al giorno.

 

Più complessa, invece, è la situazione per un altro maxi appalto ferroviario: il raddoppio “Cefalù Ogliastrillo- Castelbuono” (sulla linea Palermo-Messina) vinto dal colosso italiano “Toto Costruzioni” nel 2014 e ancora sul binario morto, fermo ai nastri di partenza.

La Toto infatti «dovrà tenere conto della nuova normativa più stringente in tema ambientale», rivela l’Arpa.

Cefalù-Castelbuono - IL TRACCIATO
Cefalù-Castelbuono – IL TRACCIATO – © D. Guarcello

 

Nel complesso, si interviene su un tratto di circa 12,3 km, sul quale verrà realizzata una variante in doppio binario da 323 milioni di euro, con lo scavo di 3 gallerie: Cefalù, Sant’Ambrogio e Malpertugio. La “Cefalù”, lunga 6.700 m a doppio tunnel, che sarà realizzata con scavo meccanizzato grazie a due TBM del diametro di 9,90 m ciascuna, impiegate simultaneamente. La galleria “Sant’Ambrogio” (4.300 m) e la “Malpertugio” (135 m), saranno realizzate con metodo tradizionale.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.