Patrimonio storico-militare: riqualificata la casamatta di Carini e il suo abside :ilSicilia.it
Palermo

già censiti 1.660 tra siti e fortificazioni

Patrimonio storico-militare: riqualificata la casamatta di Carini e il suo abside

di
7 Marzo 2020

A Carini, nei pressi di Palermo, è stato restituito ai cittadini, riqualificato, uno degli esempi più significativi di abside militare – che sorge nello stesso luogo della casamatta di via Palermo,6 – un manufatto dalle caratteristiche architettoniche uniche, dal punto di vista strategico e costruttivo, riconosciuto dalla Facoltà di Architettura di Palermo il più bello d’Europa.

casamatta carini

La presentazione è stata anche l’occasione per consegnare alle istituzioni locali un cartello simbolico – che poi verrà definitivamente installato – di segnalazione turistica, il primo di questo tipo realizzato in Sicilia che ha lo scopo di valorizzare e promuovere la casamatta, rendendola fruibile alla comunità e inserendola all’interno di un itinerario storico-militare appositamente realizzato, comprendente le diverse fortificazioni militari presenti sul territorio.

L’arte del mascheramento delle casematte siciliane è davvero svariata e oggi si possono ancora ammirare esempi di finti castelli o di absidi dell’architettura dell’inganno: patrimonio tutto da scoprire e diffondere.

L’abside di Carini

Fu realizzata agli inizi degli anni ’40 del secolo scorso dal Regio Esercito italiano per la difesa del territorio attorno Palermo. La casamatta era posta a presidio di un importante incrocio stradale che collega il litorale carinese con il paese di Torretta, e quindi con il capoluogo.

Il manufatto militare, che domina su un’altura a poche centinaia di metri dal Castello di Carini, rappresenta un’eccezionale esempio di mascheramento, ovvero quell’arte a metà tra le opere militari e quelle architettoniche in grado di dissimulare la natura di una fortificazione rendendola simile a un edificio urbano, come nel caso della casamatta di via Trento che, grazie al suo particolare camuffamento, risulta essersi perfettamente integrata nel tessuto storico ed architettonico.

La casamatta di Carini è un’importante testimonianza anche per l’evidente abilità tipica del Genio Zappatori del Regio Esercito che la progettò e la realizzò: il sito è stato costruito su una matrice calcarea ed argillosa, intensamente modificata con la rimozione di grandi quantità di materiale roccioso al fine di rendere possibile la visuale verso il basso e consentire così l’osservazione, e l’eventuale difesa, dell’importante obiettivo strategico sottostante.

Un lavoro, questo, che negli anni ’40 del secolo scorso venne fatto senza l’utilizzo di macchinari, ma con l’ausilio delle maestranze locali.

Oggi l’abside di Carini è nascosta dai palazzi della cittadina palermitana che ne celano la presenza e rendono quasi indecifrabile all’osservatore la sua ragion d’essere rispetto al territorio.

Il progetto CE.R.CA.MI. (Censimento e Rilevamento Casematte Militari)

L’associazione culturale “Palermo Pillbox Finders”, dal novembre 2017, si occupa del censimento e dello studio del Patrimonio storico-militare siciliano, con l’utilizzo della tecnologia satellitare e dei droni.

Lo scopo del Progetto CE.R.CA.MI. è quello di individuare i siti e le casematte militari della Seconda Guerra Mondiale ancora presenti in Sicilia, riqualificarli e renderli fruibili; si contano, ad oggi, oltre 1.660 tra siti e fortificazioni risalenti al periodo del secondo conflitto mondiale; un enorme patrimonio storico-militare rintracciato solo negli ultimi anni.

abside militare caematte

All’inaugurazione erano presenti, oltre al sindaco di Carini Giuseppe Monteleone e Salvo Badalamenti, assessore alla Cultura dello stesso comune; Giusy Musso, Presidente associazione Evita Touring; Michelangelo Marino, Presidente associazione Palermo Pillbox Finders; Attilio Albergoni, storico militare; Marco Bellina e Flavio Messina (Palermo Pillbox Finders) e il geologo Girolamo Culmone.

Durante l’incontro di oggi il sindaco, infine, ha sottolineato la volontà di ripristinare al più presto il vecchio sentiero che collega la parte alta con quella bassa di Carini che si trova, proprio, nei pressi della casamatta; nel terreno circostante, intanto, verrano da qui a breve piantati dei lecci per rinverdire il panorama.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

Blog

di Renzo Botindari

E se fosse colpa del “mal bianco”?

La nostra città è come una bella pianta ammalata e piena del “mal bianco”, un grosso parassita che tarpa qualunque fioritura e che non permette ai fiori di schiudersi.

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin