18 agosto 2018 - Ultimo aggiornamento alle 18.07
Messina

Città in fermento

Patto Bramanti-De Luca: gli indizi sui social creano suspense nella sinistra

19 aprile 2018

Prosegue il mistero attorno al possibile patto tra due candidati a sindaco di Messina, Dino Bramanti e Cateno De Luca. L’hanno già ribattezzata “la strana coppia“. Sabato sveleranno l’arcano e renderanno noto il perché di un comunicato di un annuncio congiunto. Forse tutto si risolverà in un reciproco fair play nei toni della campagna elettorale. Di certo c’è che per adesso si sta pronosticando, ipotizzando e fantasticando su tutto e il contrario di tutto mentre i due candidati si limitano a qualche indizio social, criptico quanto basta per far montare l’attesa, e proseguono il loro silenzio sui contenuti specifici della conferenza stampa che terranno sabato mattina insieme.

“Ho notato che la notizia della conferenza stampa congiunta che farò sabato mattina insieme all’altro candidato sindaco Cateno De Luca ha scatenato curiosità ed indiscrezioni “, ha scritto Dino Bramanti in un post su Facebook “C’è anche chi sta immaginando scenari di vario genere utilizzando nelle sue analisi vecchi schemi d’interpretazione. Ma il ‘Modello Messina’ che sogno è fatto anche di un nuovo modo di fare politica, lasciando al passato alcuni aspetti, i più deteriori. Noi abbiamo il coraggio di introdurre un cambiamento anche nello stile, nel metodo. All’inizio può essere difficile da capire e da accettare per tanti, ma è stato così per qualsiasi innovazione. In ogni campo”.

Chi è da sempre iper-attivo sui social network e nello specifico su Facebook è Cateno De Luca, e c’è chi gli ha chiesto di anticipare il vero motivo di questo misterioso annuncio che “Scateno” si appresta a dare insieme a Bramanti: “Che succederà sabato? Lo scopriremo solo vivendo. Sempre più vicini alla meta”, ha postato De Luca. Poche parole e nessun indizio in grado di dare in anticipo una soluzione al rebus. I due sfidanti si divertono, insomma, a tenere viva l’attesa e una certa “suspense” politica su quel che potrebbe essere detto ma soprattutto sugli eventuali sviluppo politici di un “patto di non belligeranza” tra il candidato del centrodestra e il deputato di Fiumedinisi.

Spettatori interessati dell’annuncio che daranno Bramanti e De Luca, ovviamente, sono gli altri candidati a sindaco delle Amministrative 2018 di Messina e ad attendere con una certa apprensione è soprattutto il centrosinistra che in extremis ha scelto di candidare Antonio Saitta, il quale ha commentato: “La conferenza stampa suspense di sabato, il  summit Bramanti De Luca, è una puntata di Scherzi a parte. E sabato scopriremo dove sono le telecamere”.

Non a caso sabato mattina è in agenda anche la presentazione della candidatura di Saitta. Il centrosinistra proverà a sviare l’attenzione politica che per adesso è in città è per lo più tutta rivolta invece all’enigmatico annuncio prospettato da Bramanti e De Luca. E la grande paura, l’incubo non troppo velato, della coalizione guidata dal Pd è che tra Bramanti e De Luca possa realmente concretizzarsi un’intesa soprattutto in vista del ballottaggio. Arrivare al secondo turno è l’obiettivo dell’aggregazione che verrà guidata da Saitta, protesa al tentativo di un difficile recupero mentre alcuni sondaggi già darebbero i favori del pronostico per la conquista del ballottaggio proprio a Bramanti e De Luca.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Testamento d’estate

Carissimi, non venite a chiedere ad un ingegnere che cosa sono i “gradi di libertà”, fareste una pessima figura. Non venite a chiedere ad un uomo libero che cosa è la “libertà”, dovreste avere analoga pazienza per ascoltare la risposta.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.