Patto per Palermo, via all'iter per l'uso di 322 milioni :ilSicilia.it
Palermo

Consentirà all'Amministrazione comunale di sbloccare opere per 764 milioni

Patto per Palermo, via all’iter per l’uso di 322 milioni. Sì a raddoppio Ponte Corleone e sottovia Perpignano

di
24 Gennaio 2017
Renzi e Orlando alla firma del
Renzi e Orlando alla firma del “Patto per Palermo”

Dopo la firma del  “Patto Pon Metro città di Palermo” che porterà ben 86 milioni di euro, si è avviato oggi l’iter per l’utilizzo di 322 milioni di euro frutto del “Patto per Palermo” siglato lo scorso anno dal sindaco di Palermo, Leoluca Orlando con l’allora Presidente del Consiglio, Matteo Renzi. La somma, che si aggiunge a risorse precedenti, consentirà all’Amministrazione comunale di sbloccare opere per 764 milioni. Per questo motivo si è svolto un incontro lo scorso sabato con il ministro De Vincenti con la struttura del Ministero da un lato e il Sindaco e gli uffici tecnici comunali dall’altro.

«Alcuni degli interventi calendarizzati – scrive in una nota il Comune – si avviano alla partenza come le attività di promozione turistica e culturale e i lavori per il Teatro Massimo oltre a quelli previsti per la ristrutturazione di sei aule della scuola elementare Cavallari, la cui gara d’appalto sarà indetta entro alcune settimane. A queste opere si aggiungono quelle per la costruzione del nuovo parcheggio multipiano accanto l’ospedale dei Bambini e per la collocazione dei basolati e i lavori di arredo urbano lungo il percorso arabo-normanno».
Per quanto riguarda la realizzazione delle 7 nuove linee del tram a Palermo, l’Amministrazione comunale provvederà (come avevamo anticipato QUI) a bandire il concorso di progeSottovia Perpignanottazione che segue il bando per per l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura. Sostanzialmente, in questo caso, il concorso di progettazione sarà effettuato in due fasi.
Altri concorsi  di progettazione riguarderanno i nuovi poli scolastici, a Nord e a Sud della città e per la conversione in greenway della linea ferrata dismessa tra Palermo e Monreale. Tra i progetti previsti, anche quello della messa in sicurezza del costone roccioso sopra Vergine Maria e Mondello, nonché gli attesissimi lavori per il sottopasso di via Perpignano e il raddoppio del ponte Corleone in viale Regione Siciliana.
“Un consistente pacchetto di interventi – ha detto il sindaco – che contribuirà a ridisegnare alcuni fra i principali servizi in città, in una ottica di sempre maggiore sicurezza, sostenibilità e vivibilità. Un gruppo di interventi ed opere che inoltre porteranno a Palermo opportunità di lavoro ed investimenti fondamentali per l’intero tessuto economico cittadino.”
© Riproduzione Riservata
Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

La rabbia e il giro del corridoio magico

Benvenuti nel mio “corridoio magico” dal quale mi auguro uscirete cambiati grazie all’induzione e all’attivazione dell’energia inconscia che rivoluziona e riassetta i processi spontanei di autoguarigione ed evoluzione
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.