Pd: direzione regionale e dibattito su turismo a Taormina :ilSicilia.it
Taormina

sabato 12 nei giardini di Palazzo dei Duchi di Santo Stefan

Pd: direzione regionale e dibattito su turismo a Taormina

di
11 Giugno 2021

Il PD siciliano si riunisce a Taormina, perla dello Ionio e luogo simbolo della Sicilia conosciuto in tutto il globo, per discutere del turismo e dei mancati interventi a favore di un comparto che rappresenta senza dubbio uno dei motori dell’economia dell’Isola.

L’evento si svolgerà sabato 12 nei giardini di Palazzo dei Duchi di Santo Stefano ed avrà come titolo principale, appunto “Turismo e rilancio: ripartiamo dalla Sicilia”.

Per dimostrare vicinanza e solidarietà agli operatori del settore il Partito Democratico terrà, proprio a Taormina, sabato mattina a partire dalle 9:30, anche la riunione della Direzione regionale, guidata da Antonio Ferrante e i cui componenti discuteranno – in collegamento da remoto – delle criticità causate dalle mancate o tardive decisioni del governo regionale, guidato da Nello Musumeci.

“Purtroppo non possiamo far finta di nulla e che vada tutto bene. La verità è che il governo Musumeci ha prodotto solo disastri. Non è stato in grado – afferma il segretario regionale, Anthony Barbagallo – di distribuire risorse economiche e ristori, previsti sia dalla Finanziaria dell’anno scorso sia di quest’anno, in favore delle strutture ricettive, delle aziende che si occupano di spettacoli dal vivo, dei tour operator e delle agenzie di viaggio, delle guide turistiche e naturalistiche. L’estate è ormai alle porte, il mondo riparte ma in Sicilia tutto resta fermo e le risorse economiche sono solo annunciate dalla propaganda di un governo sordo alle richieste di aiuto da parte delle categorie del comparto turismo”. 

La giornata di Taormina si aprirà con i saluti del sindaco Mario Bolognari e del segretario provinciale del PD Messina, Nino Bartolotta. 

Dopo la direzione regionale, via ai tavoli tematici: alle 12:30 si discuterà su “Sicilia oltre la crisi: interventi strutturali per il turismo”; alle 16 è in programma il tavolo “cinema e spettacolo dal vivo chiusi per covid” e infine, alle 18, l’incontro su “Destinazione Sicilia: ripartiamo dal turismo”.

Tra i partecipanti il deputato nazionale Pd alla Camera Pietro Navarra, i deputati regionali Antonello Cracolici e Nello Dipasquale, i segretari regionali di Cgil, Cisl e Uil, Alfio Mannino, Sebastiano Cappuccio e Claudio Barone. E ancora Nico Torrisi, amministratore di Sac-Catania e Cleo Li Calzi, componente del cda di Gesap Palermo, i tour operator Filippo La Ferla e Dario Ferrante, il presidente di Federalberghi riviera Ionica, Pierpaolo Biondi. Tra gli interventi previsti inoltre: Filippo Patanè, operatore del turismo balneare, Giovanni Masaniello, presidente F.G.S. (Federazione associazione provinciale guide turistiche della Regione Siciliana); Egidio Bernava, presidente di Agis Sicilia; Lino Chiechio, Taormina Film Festival; il promoter Carmelo Costa e Nuccio La Ferlita, manager di “Musica & suoni”; Gerard Schuler, presidente Federalberghi Taormina; Nicola Salerno, managing director incoming e Giuppi Siracusano, responsabile del dipartimento “Turismo e isole minori” del PD Sicilia.

Per rispettare le normative anticovid la partecipazione sarà limitata in base agli spazi disponibili e all’ingresso verrà rilevata la temperatura corporea.

I lavori dei tavoli tematici saranno – in parte – diffusi sulla pagina Facebook del PD Sicilia.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica

Wanted

di Ludovico Gambino

Giorgio Armani veste il David di Michelangelo per Dubai

La scultura, quella vera, è uno degli emblemi del nostro Rinascimento nonché simbolo dell'Italia nel mondo, originariamente collocata in Piazza della Signoria, per rappresentare la Repubblica fiorentina vigile e vittoriosa contro i nemici. L'opera, alta oltre cinque metri per cinque tonnellate di marmo di Carrara, ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia, come ci racconta l’Antico Testamento.
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin