Pedofilia: il gip convalida il fermo per il fedelissimo di Messina Denaro :ilSicilia.it
Trapani

LA DECISIONE DEL GIP DI MARSALA

Pedofilia: il gip convalida il fermo per il fedelissimo di Messina Denaro

di
26 Aprile 2021

Il gip di Marsala ha convalidato il fermo di Vincenzo Spezia, fedelissimo del boss Matteo Messina Denaro e capomafia di Campobello di Mazara dopo la morte del padre Nunzio, finito in cella per violenza sessuale nei confronti di tre bambini.

Il giudice ha disposto per Spezia la misura della custodia cautelare in carcere. Il fermo è stato deciso dalla Dda che intercettava il mafioso nell’ambito delle indagini per la cattura del padrino latitante e ha avuto prova dalle registrazioni delle violenze subite da tre piccole vittime, due bambini e una bambina. Solo due maschietti finora sono stati identificati.

Vincenzo Spezia è stato scarcerato nell’estate del 2019 dopo aver scontato una condanna a 21 anni per droga e mafia. Da allora i pm della Dda, visti gli strettissimi legami del boss con Messina Denaro, hanno cominciato a intercettarlo. E riascoltando alcune registrazioni sono venuti fuori diversi episodi di abusi sui minori. Una decina di incontri con tre bambini: due maschietti di 9 anni e una bambina più piccola.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin