Pensioni, blocco delle rivalutazioni: al via la class action delle Acli. Ecco chi può farla | ilSicilia.it :ilSicilia.it

A commentare la novità i legali che hanno presentato il ricorso

Pensioni, blocco delle rivalutazioni: al via la class action delle Acli. Ecco chi può farla

di
2 Marzo 2018

È stato avviato il ricorso alla CEDU di Strasburgo, contro il blocco delle rivalutazioni delle pensioni.
Le ACLI di Palermo, hanno avviato una  class action contro il blocco della perequazione della pensione.

Lo scorso dicembre, con la sentenza n.  250/2017, la Corte Costituzionale si è espressa sul cosiddetto Decreto Pensioni che nel 2015 ha reintrodotto il blocco della perequazione sulle pensioni superiori a 1.088,00 euro, per gli anni 2012 e 2013. Dal momento che ogni strumento giuridico interno di riconoscimento del diritto alla rivalutazione della pensione è stato esaurito, non resta che ricorrere alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo di Strasburgo, la CEDU.

La nuova sentenza della Consulta apre le porte al ricorso CEDU per la violazione del principio del giusto processo, un principio di diritto per il quale l’Italia è già stata richiamata al rispetto dalla Corte Europea per i Diritti Umani per altre vicende. Quindi, presso la CEDU la partita è tutta da giocare.

A commentare la novità è il responsabile legale delle Acli,  l’avvocato Francesco Todaro, che in partnership con l’avvocato Irene Damiani ha avviato la ClassAction contro la violazione del diritto al giusto processo in questa vicenda.

“I soggetti aventi diritto che possono aderire al ricorso CEDU – spiega l’avvocato Todaro . sono tutti coloro che sono andati in pensione prima del 31.12.2011 e prima del 31.12.2012 e hanno percepito un importo della pensione per il 2012 superiore a € 1.405,05 lordi (pari a circa €. 1.088,00 netti) e per il 2013 superiore a €. 1.443,00 lordi (pari a circa €. 1.117,00 netti). Con il riconoscimento del ricorso, la CEDU restituirebbe ai pensionati, il diritto a ricevere tutti gli arretrati della rivalutazi one dell’assegno pensionistico del 2012/2013, pari a un valore che può variare da 8.000 a 25.000 euro”.

“L’accesso al ricorso – afferma ancora il legale – è aperto sia a coloro i quali hanno a suo tempo inviato la lettera di messa in mora all’INPS, sia a coloro i quali non l’hanno fatto, ma possono recuperare i ratei del 2013 non ancora prescritti. Sono numerose le adesioni degli aventi diritto già arrivate già pervenute alla sede dell’ACLI che si trova a Palermo in via Trapani, 3 dove è ancora possibile venire per chiedere ulteriori informazioni oppure telefonando al 091 743 4702 – cell. 340 7437762″.

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin