Per i suoi 70 anni l'Ente Luglio Musicale Trapanese porterà la sua arte anche in Tunisia | VIDEO INTERVISTE :ilSicilia.it
Trapani

Ricco e di prestigioso il programma presentato

Per i suoi 70 anni l’Ente Luglio Musicale Trapanese porterà la sua arte anche in Tunisia | VIDEO INTERVISTE

di
29 Maggio 2018

Guarda il video in alto

E’ stato presentato questa mattina, nella prestigiosa sede dell’Ars, dall’Ente Luglio Musicale Trapanese, il progetto Medithéâtres – Grande musique dans les anciens théâtres de la Méditerranée.

L’obiettivo dell’iniziativa è quello di creare un polo turistico culturale d’eccellenza legato all’opera lirica e alla musica sinfonica e prevede la strutturazione di un’offerta, legata alla grande musica eseguita nei siti di interesse storico della Sicilia e della Tunisia e l‘Ente Luglio Musicale Trapanese – Teatro di Tradizione condividerà con i partner tunisini il proprio specifico know how relativo alla produzione dell’opera lirica e all’organizzazione di eventi culturali.

Tra le altre cose l’Ente quest’anno celebra i 70 anni di attività e lo fa con un programma ricchissimo e di prestigio che si snoderà tra la suggestiva tournée a Tunisi, quattro opere in scena a Trapani, le celebrazioni per i 50 anni dalla scomparsa del compositore Mario Castelnuovo Tedesco (a lui saranno dedicati un’opera studio e un concerto), e poi venti appuntamenti con la musica da camera, sinfonica, sacra, acustica e jazz, oltre ad un musical e ad un festival di musica pop.

La stagione lirica si aprirà il 30 giugno in Tunisia con un nuovo allestimento, targato Luglio Musicale, dell’l’Aida di Giuseppe Verdi in scena al Festival Internazionale di Musica Sinfonica di El Jem. Un appuntamento di grande suggestione, realizzato in uno scenario unico. Il prestigioso anfiteatro romano di El Jem, patrimonio mondiale dell’Unesco. L’Aida sarà ripetuta il 5 luglio, in un altro sito di grande rilevanza storica: il teatro antico di Cartagine. Lo spettacolo sarà preview del Festival Internazionale di Cartagine.

Il 2 luglio, invece, l’orchestra italo-tunisina sarà impegnata nel concerto evento in programma al museo di Sousse: sugli spartiti il Requiem di Giuseppe Verdi, scritto per l’anniversario della morte di Alessandro Manzoni.

ente luglio musicale trapanese

Oggi il Luglio Musicale, pur tra mille difficoltà di ordine politico-burocratico – afferma Giovanni De Santis, direttore artistico dell’Ente –  vive un grande momento della sua storia: economicamente risanato, si presenta come uno dei teatri italiani che produce di più e meglio. Tanto da aver attirato l’attenzione dei principali media di settore, e non solo, da tutta Italia e anche dall’Europa”.

 

Una stagione, dunque, ricca e impegnativa, che si connota per le partnership prestigiose, tanto nazionali che internazionali, che la supporteranno, come il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo,  la Regione Siciliana – Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo, il Comune di Trapani, l’Agenzia per la Valorizzazione del Patrimonio e la Promozione Culturale (AMVPPC) della Repubblica Tunisina, il Ministero degli Affari Culturali della Repubblica Tunisina, l’Istituto Italiano di Cultura a Tunisi, la Città della Cultura di Tunisi, il Festival Internazionale di Cartagine e di El Jem.

assessore regionale ai beni culturaliE’ un’iniziativa artistica che ha una grande valenza anche sotto il profilo politico – afferma Sebastiano Tusa assessore regionale ai Beni culturaliperchè la cultura in generale è il veicolo più idoneo per intrecciare rapporti anche politici, di amicizia e solidarietà, soprattutto con i Paesi della sponda Sud del Mediterraneo. Portare la musica in Tunisia significa rafforzare il processo di democrazia che ha avviato faticosamente che per noi è estremamente importante per avere un Mediterraneo di pace“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.