Per Martelli, nel '92 lo Stato diede un segnale di disponibilità alla mafia togliendo centinaia di boss dal carcere duro | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

La verità viene a galla

Per Martelli, nel ’92 lo Stato diede un segnale di disponibilità alla mafia togliendo centinaia di boss dal carcere duro

di
6 Giugno 2017

“Credo che la verità intera sul piano politico sia stata spalancata dalle dichiarazioni dell’ex Ministro della Giustizia Giovanni Conso che mi succedette. Disse ‘volevamo dare un segnale di disponibilità all’ala moderata di Cosa nostra di Provenzano per fermare nuove stragi e per questo sono stati tolti dal 41 bis alcune centinaia di mafiosi‘. Questo è stato un cedimento da parte dello Stato, giustificato dal timore di nuove stragi”.

Lo ha detto l’ex Ministro della Giustizia Claudio Martelli a Villa Filippina a Palermo in occasione dell’incontro dal titolo “La verità di Falcone. Non più segreti gli atti del Csm”.

“Ma questo fu un errore politico – aggiunge – perché non si dà a Cosa nostra la sensazione di avere paura. Tutto questo non bloccò le stragi che furono invece esportate a Firenze, Milano e Roma. Riina intercettato disse ‘bisogna dare un altro colpettino’. Insomma fu una strategia politica fallimentare” afferma ancora Martelli.

“La decretazione degli atti del Csm è enormemente importante, questi atti sono in rete. Ciascuno può leggere le parole di Falcone e farsi un’idea di lui come investigatore. Ma soprattutto si può capire la sua onestà intellettuale quando rifiuta di usare dichiarazioni di pentiti per generare indagini clamorose, pensando che quelle dichiarazioni non fossero fondate”, conclude Martelli.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro