Perugia-Palermo 1-0. Terza sconfitta e squadra in ritiro. Bisogna cambiare! | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

Disfatta annunciata ...urge prendere provvedimenti per ridare fiducia al gruppo

Perugia-Palermo 1-0. Terza sconfitta e squadra in ritiro. Bisogna cambiare!

17 Febbraio 2018

Non è cambiare gli uomini a casaccio o mettendo 10 difensori sulla linea di porta che si vince, infatti anche sabato è una gravissima sconfitta per una squadra senza gioco, tatticamente incomprensibile, senza schemi e senza idea di come andare in gol, anche perchè l’unico pensiero è stato solo giocare per non prendere reti.

Ancora passaggi laterali ed indietro, giocatori che – ripetiamo inutilmente – con questo modulo non riescono a creare nulla e piano piano, come denunciamo da tempo e purtroppo da soli, pure tarpati delle ali per provare una giocata da fuori area che spesso era servita a fare risultato.

Domenica scorsa vincevamo e come con l’Empoli (per ricordarne solo una e per ultimo il Foggia) tutti in difesa e nonostante 10 giocatori davanti al portiere ci hanno fatto due gol e tutti a mandare strali al povero Posavec che, meno male per lui, oggi non c’era perchè altrimenti ci sarebbe stato chi avrebbe attribuito a lui la colpa di questa sconfitta.

Non sappiamo più come spiegare che il problema della espulsione di Coronado con il Foggia non è il suo fallo inutile ma il fatto che se lui si fosse trovato in quel momento dove dovrebbe stare sempre al limite od entro l’area avversaria, quel fallo lui non l’avrebbe mai fatto visto che si è ritrovato fare il difensore, ruolo che non gli appartiene e che naturalmente non sa fare , quindi la sua espulsione è colpa di chi costringe i giocatori a svolgere compiti che non sono propri e giocare in zone di campo dove non dovrebbero stare mai.

Adesso la squadra andrà in ritiro ma se non si cambia la rotta – il che significa cambiare modulo e scegliere i protagonisti giusti con tre attaccanti che vengono serviti per tirare in porta che pensano a fare un gol più degli altri  – confessiamo che, e lo ripetiamo, non cambierà nulla.

Non sarò mai uno di quelli che scarica sui giocatori le colpe dei risultati perchè non è così infatti basta farsi questa domanda per capire meglio “Quante palle gol arrivano agli attaccanti ?” e se poi anzichè mettere in area oggi La Gumina e  Nestorovski che fai il capocannoniere lo lasci in panchina ?  e poi invece di fare uscire Jajalo mettere al centro Muravski e mandarli finalmente in campo insieme per provare a vincere  che fai ? fai uscire La Gumina ma di che vogliamo parlare ….

Quello che vorremmo vedere per farci capire e che Muravski saprebbe fare benissimo  è quel che hanno fatto oggi in occasione del gol del Perugia palla a centrocampo, assist a scavalcare tutti i difensori con palla davanti a Di Carmine che gioca faccia verso la nostra porta , che controlla e segna.

Guardate come sono costretti a giocare i nostri invece sempre spalle alla porta avversaria ma come potrebbero mai segnare…

Lo avevamo scritto e lo ripetiamo il buon Gino Bartali avrebbe ripetuto ancora una volta “L’è tutto sbagliato l’è tutto da rifare !!!” E di questo  non sono preoccupato se si interviene adesso perchè il tempo c’è ed i giocatori pure ….

Ora caro Presidente non fare lo stesso errore fatto con De Zerbi…che ci è costato la retrocessione in serie B e cerchiamo di mettere alla guida chi faccia giocare la squadra non per non prendere gol ma uno che vuole che la squadra segni un gol in più degli altri.

Ed il Palermo ha gli uomini giusti devono solo cambiare schemi , tattica e modulo di gioco come dimostrò nel finale di partita l’anno scorso Bortoluzzi che se ci fosse stato lui dall’inizio il Palermo sarebbe arrivato fra le prime 10 del campionato di serie A sempre con gli stessi giocatori come dicono i numeri fatti durante la sua gestione cambiando modulo e rimettendo i giocatori nei loro ruoli naturali come adesso con Coronado costretto fare il terzino quando è diciamo una seconda punta od un uomo assist in area.

Come detto ora il Presidente è furioso per la sconfitta e così tutti in ritiro.

La sede del ritiro sarà come al solito Coccaglio (in provincia di Brescia) e  qua si svolgerà così la preparazione in vista della prossima partita, in cui i rosanero sfideranno (sempre in trasferta) la Pro Vercelli.

E ricordiamo a noi stessi che ‘Il medico pietoso fa la piaga puzzolente’ per cui ….

 

 

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.