Pescatori di Castellammare donano prodotti ittici per distribuirli ai poveri :ilSicilia.it
Palermo

Nell'emergenza della pandemia Covid-19

Pescatori di Castellammare donano prodotti ittici per distribuirli ai poveri

8 Aprile 2020

Escono in mare esclusivamente per donare il pescato alle famiglie in difficoltà.

E’ il gesto di generosità dei pescatori di Castellammare del Golfo, in provincia di Palermo, che hanno regalato oltre settanta kg di pesce alle famiglie bisognose del paese.

Per il gesto di solidarietà nei confronti dei loro concittadini i pescatori sono stati coordinati dalla Capitaneria di porto, con il supporto dell’amministrazione comunale, ed il pesce è stato raccolto nello sportello di distribuzione alimentare allestito nella chiesa di san Giuseppe dall’interparrochialità in collaborazione con il Comune.

“Un gesto di solidarietà che mi commuove e mi rende orgoglioso dei tanti miei concittadini che in questi giorni di grande difficoltà si mettono a disposizione del prossimo e mostrano grande cuore. Ringrazio i pescatori di Castellammare che pur vivendo anche loro grandi difficoltà del momento – dice il sindaco Nicolò Rizzohanno deciso di far prevalere generosità e attenzione per gli altri. Il gesto dei pescatori si unisce a quello dei tanti volontari delle associazioni che operano in città, dell’interparrochialità, dei singoli, che ringrazio tutti indistintamente perché operano incessantemente per aiutare chi ha bisogno di un pasto o di un farmaco“.

Sono tantissimi e nell’imminente Pasqua rappresentano la nostra futura resurrezione da una grande emergenza e sofferenza qual è quella causata dalla pandemia” conclude il primo cittadino.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Magistratura e politica

Dal blog "Segreti e non misteri", Alberto Di Pisa riflette sul difficile rapporto fra magistratura e politica, in uno sistema di diritto come quello italiano.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.