Pescatori sequestrati in Libia, dal governo Musumeci 150.000 euro alle famiglie :ilSicilia.it

CONTINUA INTANTO IL LAVORO DIPLOMATICO

Pescatori sequestrati in Libia, dal governo Musumeci 150.000 euro alle famiglie

di
2 Dicembre 2020

Varato un aiuto concreto alle famiglie degli equipaggi e agli armatori dei pescherecci Medinea e Antartide, fermati e poi successivamente trattenuti in Libia durante una battuta di pesca a nord di Bengasi.

Su proposta del governo Musumeci, il parlamento siciliano ha destinato 150.000 euro in favore delle famiglie dei 18 pescatori di Mazara del Vallo e degli armatori delle due imbarcazioni fermate dai libici.

Le risorse finanziarie destinate, derivano da una rimodulazione di fondi del dipartimento Agricoltura.

In un momento così delicato e snervante, per le famiglie coinvolte, abbiamo scelto la via della concretezza“, così Edy Bandiera ha commentato l’iniziativa che “ha il fine di alleviare le criticità che stanno attraversando non solo le famiglie dei pescatori ma anche gli armatori“.

Alle famiglie dei pescatori sequestrati andranno 100.000 euro.

Ai due armatori, proprietari delle imbarcazioni, sono destinati, complessivamente, 50.000 euro a parziale ristoro per i danni economici dovuti al sequestro delle barche, alla perdita del pescato, di carburante e di costi necessari per realizzare la battuta di pesca compromessa dal sequestro.

Su questa vicenda – ha affermato l’assessore Bandiera il governo Musumeci mantiene alta l’attenzione e con questo intervento concreto ha voluto manifestare piena vicinanza alle famiglie dei pescatori e agli armatori“.

Continuiamo con forza a chiedere al governo nazionale di impegnarsi fattivamente, per far sì che i nostri marittimi possano tornare immediatamente a casa e poter riabbracciare, finalmente, i propri familiari” ha concluso l’assessore.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Redazione

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin