Pescatori sequestrati in Libia, l'ambasciatore: "Stanno bene" :ilSicilia.it
Trapani

VEGLIA A MAZARA DEL VALLO

Pescatori sequestrati in Libia, l’ambasciatore: “Stanno bene”

di
22 Ottobre 2020

I nostri marittimi stanno bene, vengono regolarmente seguiti da un medico. Le medicine sono sempre state consegnate. Non vi è nessun problema di salute” o “di alcun altro genere” e sono “in una situazione che non è di promiscuità” con detenuti.

Lo ha riferito l’ambasciatore d’Italia a Tripoli, Giuseppe Buccino Grimaldi.

L’ambasciatore ha premesso di riferire “informazioni ricevute (…) ieri sera” quando “il console onorario ha parlato con il Procuratore generale libico“.

Buccino ha sottolineato come “il governo italiano stia lavorando a tutti i livelli con tutte le forze disponibili affinché questa questione possa essere presto risolta“: “posso assicurarvi” che questa è la “preoccupazione costante, continua, del Governo, del ministero degli Esteri, dell’Ambasciata a Tripoli“, ha aggiunto parlando in un collegamento con la sala della Giunta comunale di Mazara del Vallo.

Nel rievocare il proprio servizio in Libia già nel periodo 2011-2015, l’ambasciatore ha ricordato che “non è la prima volta” che c’é “una situazione così complessa” e alcuni casi analoghi furono risolti in un arco “di tempo piuttosto ampio“: “in particolare nel 2013 ci vollero diversi mesi“. “Quindi un pò di tempo è nella realtà delle cose“, ha aggiunto. “Sono assolutamente fiducioso sull’esito della vicenda: dobbiamo soltanto ottenere” che “si possa chiudere nel più breve tempo possibile“, ha però detto ancora l’ambasciatore.

VEGLIA DI PREGHIERA A MAZARA DEL VALLO

Un momento di preghiera con tutti i familiari ma aperto anche a tutta la città di Mazara del Vallo per esprimere vicinanza e affetto. Si terrà domani sera (venerdì), alle ore 21, presso la parrocchia San Lorenzo di Mazara del Vallo, la Veglia di preghiera per i 18 marinai sequestrati in Libia. La seduta sarà presieduta dal Vescovo monsignor Domenico Mogavero.

L’invito a partecipare è stato rivolto a tutte le autorità locali. Tra i 18 marittimi sequestrati in Libia ci sono anche uomini tunisini che da decenni abitano in città.

La drammatica situazione dei 18 marittimi dei due pescherecci della marineria mazarese ‘Antartide’ e ‘Medinea’ si fa sempre più complessa e difficile”, spiega il Vescovo.

“Sono ormai trascorsi 50 giorni dal sequestro in acque internazionali, considerate unilateralmente Zes dalla Libia dal 2005”. 

“Tutti gli sforzi del Governo italiano per giungere alla liberazione dei marittimi e dei pescherecci fin qui non hanno raggiunto alcun risultato. Le famiglie sono angosciate e, seppure con molta compostezza, fanno sentire la loro voce a Roma davanti al Parlamento e nell’aula consiliare a Mazara del Vallo”.

Intanto la Diocesi continua a essere vicina alle famiglie dei pescatori, con un aiuto concreto nell’affrontare la vita quotidiana, sostenendo le spese delle utenze domestiche (luce, gas) di questo periodo difficile che stanno vivendo.

 

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.