Pescatori siciliani sequestrati in Libia: "Trascorsi 50 giorni, Conte e Di Maio che fanno?" :ilSicilia.it
Trapani

l'affondo di Matilde Siracusano (FI)

Pescatori siciliani sequestrati in Libia: “Trascorsi 50 giorni, Conte e Di Maio che fanno?”

di
20 Ottobre 2020

Sono trascorsi 50 giorni da quando 18 pescatori, a bordo di due pescherecci di Mazara del Vallo (Trapani), sono stati sequestrati dalle autorità libiche a largo di Bengasi. Da 50 giorni 18 famiglie vivono nell’angoscia più totale, senza aver notizie dei propri cari, senza risposte adeguate da parte del governo, senza una presa di posizione chiara del premier Conte e del ministro degli Esteri Di Maio“.

Così Matilde Siracusano, deputata di Forza Italia.

Matilde Siracusano
Matilde Siracusano

“Alcuni familiari – prosegue – da settimane stazionano – giorno e notte, con il sole e con la pioggia – di fronte a Montecitorio: un presidio silenzioso e pacifico per chiedere un impegno concreto da parte dell’esecutivo. La scorsa settimana il presidente della Camera Fico, dopo una protesta di Forza Italia in Aula, aveva assicurato di volerli incontrare: anche in questo caso, ancora niente.

I nostri pescatori, al momento, sono stati abbandonati, le loro mogli, i loro figli, i loro parenti sono letteralmente disperati. In questo tragico scenario è da lodare l’iniziativa dell’Assemblea regionale Siciliana che, su iniziativa di Gianfranco Miccichè, che ha stanziato un contributo di 2mila euro per ogni famiglia dei 18 cittadini sequestrati in Libia. Ma adesso occorre uno scatto da parte di Palazzo Chigi e da parte della Farnesina. Vogliamo notizie sullo stato di salute dei nostri connazionali e vogliamo certezze in merito alla loro liberazione”.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin