Pescherecci sequestrati, Conte risponde a Musumeci: "Lavoriamo per una rapida e positiva soluzione" :ilSicilia.it

la dichiarazione

Pescherecci sequestrati, Conte risponde a Musumeci: “Lavoriamo per una rapida e positiva soluzione”

di
16 Settembre 2020

“Intendo rassicurarla in merito all’impegno del Governo, in tutte le sue articolazioni e componenti, per pervenire a una rapida e positiva soluzione della vicenda. Io stesso sto seguendo il caso su base quotidiana con tutta la determinazione che il caso richiede”. Lo scrive il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in una nota inviata al presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, in merito al sequestro dei due motopescherecci di Mazara del Vallo Antartide e Medinea, avvenuto il primo settembre a 35 miglia a nord di Bengasi.

Proprio nei giorni scorsi, il governatore, con una lettera, aveva chiesto al premier “un autorevole intervento, presso le autorità libiche, affinché si pervenga a una rapida e indolore soluzione della triste vicenda, che sta creando sgomento e inquietudine nella mia Isola”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.