Peschereccio mitragliato dai libici: "Presentata denuncia per individuare i colpevoli" :ilSicilia.it
Trapani

Lo dice l'avvocato del comandante

Peschereccio mitragliato dai libici: “Presentata denuncia per individuare i colpevoli”

di
17 Giugno 2021

“In questi anni durante i quali la marineria di Mazara del Vallo è stata obiettivo di mitragliamenti e sequestri, non c’è stato mai un libico rinviato a giudizio. Ora con la denuncia-querela presentata ci aspettiamo che vengano individuati i colpevoli dell’ennesimo attacco subito dall’Aliseo qualche settimana fa”. Lo dice l’avvocato Walter Marino che assiste Giuseppe Giacalone, comandante dell’Aliseo, rimasto ferito il 6 maggio scorso dopo che i militari di una motovedetta libica hanno sparato ad altezza d’uomo.

Ai carabinieri di Mazara del Vallo l’avvocato Marino ha presentato una denuncia-querela per tentato omicidio, disastro navale, naufragio, danneggiamento nave e minacce gravi. Il motopesca ‘Aliseo’ venne mitragliato da una motovedetta della Guardia libica mentre si trovava in acque internazionale, al largo della Libia.

Per alcune ore Giacalone fu tenuto a bordo del mezzo militare, un’ex motovedetta della Guardia di Finanza ceduta dal Governo italiano alla Libia. Poi il rilascio e il rientro a Mazara del Vallo.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Come andato questo giro?

Lo sanno tutti che qui tutto cambia affinché tutto rimanga come prima e per questo per avere una chance dopo aver perso, meglio non farsi nemico l’avversario
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin