28 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.57
Palermo

fino a dicembre

Petralia Soprana, cultura e tradizione: al via il “Madonie Landscapes”

11 Luglio 2018

Sarà presentato ufficialmente domani, alle 17,30, a Petralia Soprana, nello splendido palazzo Pottino, Madonie Landscapes. Un programma d’iniziative, fino a dicembre, realizzato dal Museo Civico di Castelbuono (capofila dell’Area Metropolitana per il progetto Palermo Capitale della Cultura) dall’Ente Parco delle Madonie e da 13 Comuni: Bompietro, Caltavuturo, Castelbuono, Castellana Sicula, Gangi, Geraci Siculo, Gratteri, Isnello, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Pollina, San Mauro Castelverde.

Un’idea nata per vivere un ambiente naturale appagante, quello del Parco delle Madonie e di 13 comuni del comprensorio madonita, ma anche un’occasione per scoprire un patrimonio storico e culturale unico nell’area del mediterraneo che coniuga colori, sapori, arte, cultura, forme espressive e tradizioni popolari. Il progetto Madonie Landscapes (paesaggi delle Madonie) difatti include manifestazioni culturali e tradizionali, itinerari naturalistici, artistici e religiosi e anche una residenza d’artista.

A presentarlo saranno: Laura Barreca direttrice del Museo Civico di Castelbuono, Pietro Macaluso sindaco di Petralia Soprana e presidente dell’Unione dei Comuni Madonie, il commissario dell’ente Parco Salvatore Caltagirone e Giovanni Nicolosi assessore al turismo dell’Unione dei Comuni Madonie.

Madonie Landscapes – dice l’assessore Giovanni Nicolosiè un importante momento di coesione per il territorio, per la prima volta abbiamo condiviso gli eventi culturalmente più rilevanti che si svolgono nelle Madonie, un’iniziativa che sicuramente rappresenta una base di partenza per coinvolgere tutti gli altri comuni del comprensorio”.

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Decidere in quale corteo sfilare

Il 19 Luglio ci rammenterà che cosa significa essere servitore dello Stato anche quando questo sembra dimenticarsi di te. Grande ammirazione per un comandante che fa il suo dovere e va avanti per il suo credo nella sua rotta.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.