20 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 13.55
Palermo

il comico ha ricordato le sue origini

“Petralia Soprana è il Borgo più bello del mondo”, gli auguri di Antonio Albanese | VIDEO

24 Dicembre 2018

GUARDA IL VIDEO IN ALTO

Con l’approssimarsi delle festività natalizie la Questura di Palermo ha curato la realizzazione di un’iniziativa di intrattenimento per la serata del 19 dicembre, presso la storica cornice del Teatro Biondo di Palermo, rivolta ai poliziotti del capoluogo ed ai loro cari.

Durante lo spettacolo, un caloroso augurio è giunto, anche attraverso un video messaggio realizzato per l’occasione dall’attore Antonio Albanese.

Il comico – molto noto per il suo personaggio Cetto La Qualunque – porgendo gli auguri di Natale ai poliziotti palermitani (da lui definiti “gladiatori”) ha anche ricordato le sue origini siciliane: i genitori sono originari di Petralia Soprana (PA), incoronato quest’anno come “Borgo dei Borghi 2018“.

“L’Italia è il più bel Paese del mondo”, ha detto Albanese e quindi – per proprietà transitiva – “Petralia è il Borgo più bello del mondo”.

 

LEGGI ANCHE:

“Trinakria – Angoli segreti” vi porta alla scoperta di Petralia Soprana, il borgo più bello d’Italia | Video servizio

Petralia Soprana trionfa e si aggiudica il titolo di “Borgo dei Borghi” | VIDEO e FOTO

 

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.