Piana degli Albanesi, crepe nel centrodestra: "Presidente del Consiglio comunale in opposizione a se stesso" :ilSicilia.it
Palermo

Le accuse dei colleghi

Piana degli Albanesi, crepe nel centrodestra: “Presidente del Consiglio comunale in opposizione a se stesso”

di
30 Aprile 2019

A ridosso delle Elezioni Europee, “sembrano aprirsi profonde crepe nella compagine consiliare di centrodestra“. Ad affermarlo il vicesindaco di Piana degli Albanesi (PA) Tommaso Matranga – fedelissimo del sindaco Rosario Petta – e il vicepresidente del Consiglio Comunale Rocco Mancuso, appartenenti al movimento Idea Sicilia Popolari e Autonomisti.

A generare la spaccatura è Alberto Petta, eletto presidente del Consiglio solamente con i voti del gruppo “Piana Riparte”.

Mancuso afferma: “Inaccettabile il comportamento di questo presidente che appare irrispettoso delle persone, dei ruoli e dei colori politici”.

A rendere profonda la spaccatura i continui schieramenti del presidente Petta con l’opposizione, non ultimo quello molto recente che lo ha visto votare contro la nomina del consigliere Mancuso a componente dell’Unione dei comuni Besa.

Anche la capogruppo di Piana Riparte Morena Picone attacca: “Il presidente del Consiglio non garantisce più l’imparzialità che dovrebbe contraddistinguere il suo ruolo, è continuamente impegnato a pubblicare, sui social, post e video contro l’attuale amministrazione, se questo comportamento dovesse continuare, saremmo coerenti ed inevitabili nel chiedere le dimissioni del presidente del consiglio”.

“Uno sforzo immane quello del presidente – dichiara l’assessore Simona Scalia quello di veicolare volontà e impegno nell’intento di lavorare solo contro l’Amministrazione Comunale con risultati mediocri e scadenti per la sua stessa immagine”.

Il Sindaco Rosario Petta sulla problematica ha aggiunto: “Da oltre un anno e mezzo il comune di Piana subisce una conduzione inqualificabile da parte di un presidente irrispettoso, irriguardoso e del tutto inadeguato al suo ruolo. Stare giorno e notte ad attaccare sui social un’Amministrazione Comunale che con grandi sacrifici fa di tutto per risollevare le sorti di un comune in pre-dissesto, senza l’esercizio di nessuna iniziativa degna di nota è inaccettabile. Spero che gli organi politici di riferimento si attivino con le dovute azioni, atte a garantire il normale svolgimento dell’arduo lavoro che la mia Amministrazione sta portando avanti”.

Il vicesindaco Matranga auspica “un immediato intervento delle forze politiche per questa imbarazzante situazione, e per scongiurare ripercussioni sul candidato di bandiera delle prossime elezioni europee del movimento Idea Sicilia Popolari e Autonomisti, Saverio Romano“.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Immagina…

Immagina la “normalità” quale unico “manifesto per il futuro”. Il fallimento di una certa politica sta nel fatto di volerti vendere per straordinario tutto ciò che universalmente sarebbe stato normale.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
La GiombOpinione
di Il Giomba

Andrà tutto bene(?)

È un anno intero, e anche qualcosa di più, che mi sento ripetere questa frase. Ma come faccio a pensare che andrà tutto bene?
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin