Piano Battaglia, corrente elettrica agli impianti: forse ci siamo | ilSicilia.it :ilSicilia.it
Palermo

A fornire l'energia all'impianto due cabine e un elettrodotto a 20mila volt lungo oltre 1.600 metri

Piano Battaglia, corrente elettrica agli impianti: forse ci siamo

7 Dicembre 2016

L’allaccio elettrico era l’ultimo ostacolo perché la seggiovia e la sciovia di Piano Battaglia entrassero in funzione. Era. Perchè l’e-distribuzione ha avviato le operazioni per fornire di corrente elettrica l’impianto di risalia, gestito da Piano Battaglia Srl. I tecnici del gruppo Enel che Italia gestisce la rete di distribuzione dell’energia elettrica, la e-distribuzione, hanno realizzato e rese operative due cabine e l’elettrodotto a 20mila volt, in media tensione, e lungo oltre 1.600 metri. Le autorizzazioni sono arrivare all’azienda il 17 novembre scorso e “Dopo tante peripezie burocratiche che hanno bloccato l’iter finale – commenta Gianni Fiore, presidente della società Piano Battaglia Srle visto che gli impianti erano pronti già dall’inizio dell’anno, un grazie va a chi si è adoperato per reperire nuovamente i fondi necessari per l’allaccio elettrico, fondi che erano tornati all’unione europea, finalmente siamo alle battute finali. Lunedì torneranno a Piano Battaglia i tecnici che hanno realizzato gli impianti per il collaudo definitivo. Un grazie va anche ai tecnici dell’Enel per la celerità con cui hanno realizzato le opere“. L’impegno e la professionalità dei tecnici dell’azienda e dell’impresa appaltatrice ha consentito, in poche settimane, di completare i lavori necessari. Una vera corsa contro il tempo, ma si attende ancora la prima neve per poter inaugurare i nuovi impianti che però possono essere usati anche da escursionisti e ciclisti. L’inaugurazione, forse, sarà il prossimo 26 dicembre. In vista della prossima stagione invernale l’Asp di Palermo ha fatto un sopralluogo alla Guardia Medica di Piano Battaglia con il direttore generale Antonio Candela, insieme al direttore del distretto, Gianfranco Licciardi. Una serie di interventi consentiranno di consegnare alla comunità e ai turisti un presidio potenziato e riqualificato: intanto la Guardia Medica sarà attiva dal 15 dicembre al 15 marzo prossimi e sarà dotata di un defibrillatore oltre che di nuovi arredi e di ambienti più confortevoli. Soddisfatto anche il sindaco di Petralia Sottana, Santo Inguaggiato “Per quest’altra tappa di avvicinamento alla riapertura degli impianti, grazie anche ai tecnici dell’Enel per aver rispettato la tempistica dei lavori”.

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Sembra facile?

"A volte sentire parlare la massa ti mette nelle condizioni di dover contare fino ad un milione per non esplodere in violente risposte davanti a palesi affermazioni ipocrite o davanti alle omissioni". Dal blog Epruno, di Renzo Botindari
LiberiNobili
di Laura Valenti

Caino e Abele

L’odio tra fratelli genera nei genitori un forte dispiacere. Si chiedono: “dove abbiamo sbagliato?”. Trovare il colpevole non serve a risolvere la questione. Provate a studiare una soluzione di compromesso e, se non trovate terreno fertile, considerate le ragioni divine di questo impasse.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.