Piano Battaglia: il sindaco di Polizzi ripara la strada chiusa da 13 anni, ma viene denunciato :ilSicilia.it
Palermo

Giuseppe Lo Verde risponde alla denuncia

Piano Battaglia: il sindaco di Polizzi ripara la strada chiusa da 13 anni, ma viene denunciato

di
28 Aprile 2019

Una denuncia contro ignoti è arrivata alla caserma dei carabinieri di Polizzi Generosa, in provincia di Palermo. Riguarda i lavori effettuati gratuitamente cinque giorni fa sulla strada che collega il Comune con Piano Battaglia chiusa da 13 anni.

Lavori che sono serviti a mettere in sicurezza un tratto di strada che consente ai proprietari terrieri di accedere nelle loro abitazioni rurali senza pericolo.

“È assurdo – commenta il sindaco Giuseppe Lo Verdegratuitamente alcune ditte di Polizzi riparano la strada per Piano Battaglia per consentire almeno ai residenti di raggiungere le loro campagne, interdette loro da anni, e dall’ex provincia di Palermo, che dovrebbe provvedere a fare questi lavori, arriva una denuncia contro ignoti per i lavori effettuati”.

giuseppe-lo-verde
Giuseppe Lo Verde

Il primo cittadino di Polizzi Generosa ricostruisce i giorni che hanno preceduto i lavori gratuiti effettuati sulla strada: “A chi ha firmato la denuncia voglio ricordare che lo scorso 3 aprile abbiamo fatto avere via PEC al Sindaco della Città metropolitana una ordinanza sindacale con la quale si disponevano provvedimenti di massima urgenza sulla strada. Nell’ordinanza si diceva che avevamo ricevuto disponibilità da sei ditte locali ad eseguire i lavori senza alcuno aggravio per il Comune”. 

“In questa ordinanza si spiegava la situazione della strada che è l’unica via dei proprietari terrieri per raggiungere le proprie abitazioni rurali – aggiunge il primo cittadino -. Sempre nell’ordinanza è scritto che su questa strada non si può transitare perché pericolosa per i proprietari terrieri in quanto in caso di necessità i mezzi di soccorso non possono garantire un tempestivo arrivo”.

Il sindaco Lo Verde è preciso: “A chi ha firmato la denuncia voglio ricordare che dal 3 aprile al 23 aprile, quando sono stati effettuati gratuitamente i lavori sulla strada, sono trascorsi venti giorni senza che nessuno rispondesse all’ordinanza recapitata”.

Per il primo cittadino di Polizzi la situazione è chiara: “Ritengo la denuncia un atto contro la mia persona. È un atto contro il sindaco di Polizzi Generosa che in questi mesi ha alzato la voce contro chi avrebbe dovuto riparare la strada e da anni non ha fatto niente. Vogliono zittirmi. Vogliono mettermi paura. Il sindaco di Polizzi non farà silenzio. Il sindaco di Polizzi non ha paura. Ho voluto subito far conoscere quello che succede a Polizzi e per questo informo tutti con questo comunicato stampa. La strada va riparata e subito. Se qualcuno in questi anni non l’ha fatto, oggi non può per nessun motivo nascondersi dietro una denuncia contro anonimi”.

 

LEGGI ANCHE:

Polizzi Generosa, sindaco e operai insieme per riparare la strada

Strada chiusa da tredici anni, il sindaco di Polizzi: “M’incatenerò ogni giorno per un’ora”

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Serie Tv Medical Drama: Emozioni in corsia

Di serie tv Medical Drama ( serie tv ambientate in ospedale) ne sono state realizzate moltissime; soprattutto in questi ultimi anni, alcune  hanno riscosso un tale successo che i protagonisti sono diventati i medici o gli infermieri che tutti noi vorremmo incontrare

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin