Piano regolatore Palermo, Lo Cascio (Pd): "L'Aula è chiamata a rispondere nell'interesse pubblico" | Videointervista :ilSicilia.it

Aperta la discussione a Sala delle Lapidi

Piano regolatore Palermo, Lo Cascio (Pd): “L’Aula è chiamata a rispondere nell’interesse pubblico” | Videointervista

di
7 Novembre 2019

 

Guarda in alto la video intervista

Si discute a Sala delle Lapidi dei programmi costruttivi, in totale 6, di cui uno è “variante urbanistica” e tra i consiglieri c’è chi vorrebbe bocciare parte di questi atti, ne abbiamo parlato con Giovanni Lo Cascio, presidente della commissione consiliare Urbanistica: “L’Amministrazione nel 2013 ha voluto lanciare una manifestazione di interesse a cui hanno risposto circa 16 cooperative e ne sono rimaste sei, di queste, durante l’iter amministrativo si è passato al recepimento dal dpr 380 all’articolo 14 con la legge regionale del 2016. Quindi, in riferimento all’articolo 14 l’Aula è chiamata a rispondere soltanto dell’interesse pubblico di ogni atto deliberativo“.

Una delle sei proposte e in particolare l’ex cotonificio di viale Aiace, prevede fra i requisiti fondamentali dell’Avviso,  la titolarità dell’area, per questo chiederò all’Aula di votare per il ritiro dell’atto, in quanto manca uno dei pilastri fondamentali per procedere“, aggiunge Lo Cascio.

Chi boccia un atto – spiega il presidente della commissione consiliare Urbanistica – deve essere consapevole del proprio voto, per questo farò presente al presidente del consiglio la necessità di analizzare qual è l’interesse pubblico. Se l’atto viene votato c’è una conferenza di servizi all’assessorato territorio e ambiente. L’iter non finisce con l’atto votato in consiglio comunale ma esiste una procedura amministrativa dove gli Uffici sono chiamati a invitare i proponenti a eliminare le criticità. La mia idea è di affrontare l’atto deliberativo nell’interesse della città“.

 

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.