Piano rifiuti, per l'Italia rischio deferimento alla Corte di Giustizia Europea | ilSicilia.it :ilSicilia.it

Dalla Commissione Ue due mesi di tempo per aggiornare i piani fermi al 2008

Piano rifiuti, per l’Italia rischio deferimento alla Corte di Giustizia Europea

15 Febbraio 2017

Otto regioni italiane – Abruzzo, Basilicata, Emilia-Romagna, Friuli, Liguria, Piemonte, Sardegna e Sicilia, nonché la provincia autonoma di Bolzano, non hanno ancora aggiornato, come invece le norme Ue prevedono debba essere fatto ogni sei anni, i loro piani per la gestione dei rifiuti risalenti al 2008 e per questa inadempienza l’Italia rischia ora di essere deferita alla Corte di giustizia.

Lo ha reso noto la Commissione Ue, annunciando l’invio all’Italia di un parare motivato nel quale chiede al governo di intervenire entro due mesi per sanare la situazione. La redazione di piani aggiornati per la gestione dei rifiuti a livello regionale, ricorda la Commissione in una nota, è necessaria per ridurre l’impatto sulla salute umana e l’ambiente, ma anche per migliorare l’efficienza dell’utilizzo delle risorse. Inoltre, questi aggiornamenti servono per mettere al passo le strategie locali e nazionali con i progressi compiuti sul fronte legislativo nel campo, da ultimo, degli stimoli all’economia circolare.

 

La Sicilia, di certo, non poteva mancare fra le regioni italiane bocciate dall’Unione Europea per i piani di gestione dei rifiuti troppo vecchi. In questi anni, il governo Crocetta ha detto di tutto e di più, ma la sostanza non cambia, e cioè il nulla. E così andiamo incontro all’ennesima pessima figura”. Lo dichiara Gianfranco Zanna, presidente regionale di Legambiente Sicilia.

Tag:
Blog
di Renzo Botindari

“Loro non Cambiano”

Quello che ancora oggi mi sconvolge guardando la pubblica amministrazione (la cosa pubblica in genere) è l’incapacità di fare pulizia e giustizia, eppure la cosa pubblica siamo noi.
Wanted
di Ludovico Gippetto

La Fontana di Ventimiglia… va a ruba!

A Ventimiglia di Sicilia, un piccolo comune della provincia di Palermo che conta 2.200 abitanti, in una notte del 1983 nessuno si è accorto di strani movimenti attorno ad una fontana...
LiberiNobili
di Laura Valenti

Arrabbiarsi non è un male

La rabbia fa bene quando dà la motivazione, la spinta vitale verso l’evoluzione, altrimenti diventa espressione di una tragica considerazione di se stessi sia da parte dell’individuo sia da parte dell’interlocutore.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”.