Piano rifiuti, un albo unico per assumere tutti i precari del settore :ilSicilia.it

M5S: "Altra forma di clientela"

Piano rifiuti: un albo unico per assumere tutti i precari del settore

di
19 Giugno 2018

Un albo unico per assumere tutti i precari che hanno svolto almeno 36 mesi di lavoro continuativi nel settore della raccolta dei rifiuti in Sicilia prima del 31 dicembre 2009. E’ questo uno dei provvedimenti del Piano rifiuti col quale il governo regionale intende sanare la posizione di circa 11.500 lavoratori entrati negli anni, direttamente o indirettamente, nella galassia nel sistema regionale. Nel calderone, infatti, entrerebbero non solo coloro che sono stati assunti senza concorso, ma anche i dipendenti delle società private che hanno svolto il servizio nei comuni attraverso gare d’appalto.

Operazione fortemente contestata dal M5S che proprio nei giorni scorsi con una conferenza stampa ha sollecitato il governo ad accelerare i tempi presentando un proprio disegno di legge. “Non si può fare un unico albo che contenga tutti indiscriminatamente i soggetti che hanno partecipato a qualunque titolo nella gestione dei rifiuti – spiega Giampiero Trizzino, deputato regionale pentastellato e componente della Commissione ambiente dell’Ars – dalle Srr agli Ato alle ditte, ma non per una questione di mancanza di volontà politica, ma perchè ci sono delle sentenze della Corte di Cassazione che hanno chiuse le porte ad alcune categorie mantenendo delle altre. Per cui nel ragionamento che deve fare il governo bisogna tenero conte di queste cose altrimenti la legge verrà impugnata”.

Il riferimento è alla pronuncia dei giudici di ultimi grado che hanno confermato il licenziamento nel 2013 dei 180 lavoratori del Coinres (Consorzio intercomunale rifiuti, energia, servizi dell’Ato Palermo 4), perchè assunti per chiamata diretta da una società di lavoro interinale, la Temporary. “L’unica strada – secondo Trizzino – è quella dei concorsi ad evidenza pubblica e con le norme transitorie si provano a recuperare quelle persone che hanno precedentemente lavorato, ma secondo un ordine che comunque garantisce il fatto che la legge non venga impugnata, perchè altrimenti diventa un’altra forma di clientela. Questi lavoratori verranno ingannati, perchè è una norma che nasce già morta”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

Dalle 700 bare ai Rotoli alla vita eterna!

Il progetto del cimitero da realizzare a Ciaculli risale al 2007, ben 13 anni or sono. Nel 2012 viene inserito nel piano triennale delle opere pubbliche del comune di Palermo, ma senza un euro di finanziamento
Politica
di Elio Sanfilippo

La politica, la storia e l’entusiasmo di zio Emanuele

Ci sarà tempo per ricordare la figura di Emanuele Macaluso, il suo impegno politico per liberare dal bisogno e dalla sofferenza la gente più povera e indifesa, migliorare le condizioni di vita dei lavoratori, tutelando diritti e dignità

In ricordo del Gattopardo: un romanzo che ci aiutò a capire la Sicilia e i siciliani

L’11 novembre 1958, usciva per i tipi della casa editrice Feltrinelli, Il Gattopardo, capolavoro e unico romanzo di Giuseppe Tomasi principe di Lampedusa. Il successo editoriale, in parte inaspettato, fu eccezionale, le edizioni si susseguirono una dopo l’altra con un ritmo che si riscontra in pochissimi casi per quanto riguarda il nostro panorama editoriale
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin