18 gennaio 2019 - Ultimo aggiornamento alle 07.23
caronte manchette
caronte manchette
Palermo

l'evento tra arte e scienza

Pittura, a Monreale il dibattito su “La Natività di Stomer”

16 dicembre 2018

Un interessante dibattito sull’arte, i condizionamenti neurobiologici, il ruolo dei neuroni mirror e l’interfaccia fra medicina e filosofia di fronte all’esperienza artistica nell’incontro dedicato alla Natività di Matthias Stomer, a Monreale. A rendere più vivace il dibattito, la presenza dell’assessore regionale alla Pubblica istruzione, Roberto Lagalla, che ha portato il suo contributo di medico radiologo allo svolgimento dei lavori.

Patrizia Monterosso

La Natività di Matthias Stomer tra arte e scienza” è un evento nato dall’intuizione della docente Romina Lo Piccolo e della giornalista Maria Modica, realizzato grazie al contributo degli studi condotti da Giacomo Rizzolatti e la sua equipe, e alla collaborazione con il presidente della Fondazione Federico II, Patrizia Monterosso. L’incontro non ha avuto la pretesa di fornire risposte, ma piuttosto stimolare nuove domande su un argomento appassionante, la soggettività o l’oggettività dell’arte, assumendo una prospettiva straniante sulla questione: quella offerta dalla neurobiologia che dialoga con la filosofia.

Occhi puntati sul grande quadro del fiammingo Matthias Stomer  che con la sua luce irradiante dal centro della scena coinvolge, ammalia ed emoziona chi lo ammira; le sue citazioni iconologiche richiamanti l’Europa del Nord ci ricordano una Sicilia importante centro culturale a metà del 1600 .

roberto lagalla
Roberto Lagalla

“Incontri di questo tipo – ha detto Lagalla dovrebbero essere ripetuti più spesso perché accendono l’attenzione sull’importanza dell’arte per la nostra società, l’opportunità di riscatto che rappresenta per la nostra terra e il suo ruolo nella formazione dei giovani nelle scuole, dove l’insegnamento della storia  è spesso relegata ad un ruolo marginale”.

Tag:
Wanted
di Ludovico Gippetto

Mafia, ladruncoli, o collezionisti seriali?

Quando si sente parlare di opere trafugate, molto spesso si pensa ad un gesto occasionale, magari a cura di balordi o inconsapevoli ladruncoli, che con poca esperienza arraffano alla meglio quello che capita sotto mano.
Andiamo a quel Paese
di Valerio Bordonaro Marco Scaglione

Diario di Singapore – Seconda Parte

Opportunità di business per le aziende siciliane, sia nella grande distribuzione, sia in hotel, ristoranti e catering. A Singapore i prodotti che potrebbero avere mercato sono: i preparati per gelato, i dolci da forno, i formaggi, le birre semi-artigianali, le conserve di verdura e le conserve ittiche.