Pnrr, Giovannini: "Per l'ambiente nuovi criteri di costruzione" :ilSicilia.it
Palermo

la dichiarazione

Pnrr, Giovannini: “Per l’ambiente nuovi criteri di costruzione”

di
23 Novembre 2021

La transizione ecologica e il rispetto dell’ambiente passano anche da nuovi modelli di realizzazione delle infrastrutture per esempio cambiando i criteri di costruzione delle opere pensando anche a quando verranno smantellate, ed ancora attraverso la digitalizzazione e anche decidendo quali infrastrutture costruire in un’ottica sociale ed ambientale“.

Lo ha detto il ministro delle infrastrutture e della mobilità Enrico Giovannini, intervenendo in videoconferenza al ‘Progetto educativo antimafia 2021-2022‘ organizzato a Palermo dal centro studi Pio La Torre. In collegamento 254 scuole tra istituti superiori e scuole carcerarie.

Si è parlato di “Agenda 2030 – Cop 26: nuovo modello di sviluppo sostenibile europeo post Covid-19 per un futuro senza ingiustizia, povertà sociale, ambientale e senza mafie“. Tra gli interventi anche quello di Marcella Mallen, presidente dell’Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (Asvis).

Nell’ambito delle risorse del Pnrr – ha affermato il ministro Giovannini – si è scelto di destinare il 765 per finanziare ferrovie e non strade e rinnovare il parco autobus in senso ecologico per eliminare il diesel. Il cambiamento passa per
molte decisioni e l’Unione europea ha dato un chiaro indirizzo, quello di non finanziare più progetti che non rispettano il principio di non danno all’ambiente. Per esempio, si chiede alle imprese che realizzano per esempio strade, ponti ed altre infrastrutture di ripristinare la biodiversità nei luoghi interessati. Il Mezzogiorno è al centro di questa trasformazione.”

Infatti – ha concluso Giovannini – dei 62 miliardi assegnati al nostro ministero dal Pnrr circa il 56 per cento andrà alle regioni meridionali“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.