PNRR: l'Amministrazione di Taormina punta ad altri finanziamenti :ilSicilia.it
Messina

summit voluto dal sindaco

PNRR: l’Amministrazione di Taormina punta ad altri finanziamenti

di
27 Gennaio 2022

L’Amministrazione di Taormina intensifica il suo impegno per il PNRR. Si è svolta a Palazzo dei Giurati una riunione operativa tra il sindaco, la Giunta municipale, i responsabili di area, tecnici interni ed esperti esterni per costituire una task force finalizzata ad aggredire i bandi già pubblicati o che saranno pubblicati nei prossimi mesi a valere sul PNRR, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, dotato di 222 miliardi di euro e suddiviso in sei missioni: Digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo; Rivoluzione verde e transizione ecologica; Infrastrutture per una mobilità sostenibile; Istruzione e ricerca; Inclusione e coesione; Salute. Piano da completarsi entro il 2026.

“Dentro questa cornice le amministrazioni comunali – afferma il sindaco Mario Bolognari – possono ottenere fondi per le loro esigenze, purché corrispondenti alle finalità del PNRR. Anche Taormina ha già chiesto fondi e altri ne chiederà sui bandi ancora non scaduti e sui bandi che saranno pubblicati via via. Dalla riunione di martedì scorso è venuto fuori un chiaro indirizzo che riguarda l’ammodernamento della macchina amministrativa, la tutela e valorizzazione dell’ambiente e dei beni culturali, il risparmio energetico, la salvaguardia del territorio, la sicurezza. Per alcune di queste misure il comune è in possesso di progetti, mentre per altri dovrà dare incarico all’esterno per la progettazione, che è a carico dei finanziamenti stessi.

“Inoltre, il Comune di Taormina, oltre che come ente autonomo, sta operando all’interno di organismi sovracomunali che possono attingere al PNRR, come il Distretto socio-sanitario D32, l’Unione dei comuni, la SRR (Società per la regolamentazione del servizio di gestione rifiuti), nonché altre aggregazioni da comporre. Il lavoro è enorme e va seguito fino al 2026 con attenzione e competenza. In particolare, finora abbiamo presentato richieste che riguardano tre impianti sportivi, le isole ecologiche, centro servizi per persone senza dimora o con situazione di estrema povertà. Sono in via di definizione altre richieste per riqualificazione del Parco Trevelyan, miglioramento dell’efficienza energetica dei palazzi di proprietà comunale, scuole e asili nido, dissesto idrogeologico (via Roma, via Arancio, Isolabella e Madonna della Rocca). Ulteriori bandi saranno pubblicati successivamente e saranno esaminati con attenzione per una valutazione sulla possibilità di accedere a finanziamenti per Taormina”. 

“Intanto, sempre sul versante dello sviluppo del territorio – conclude Bolognari -, assieme ai comuni di Castelmola e Giardini Naxos abbiamo chiesto di riappropriarci della titolarità del collegamento tra il centro di Taormina e il casello autostradale Giardini Naxos e la realizzazione della circonvallazione dell’abitato di Trappitello. Quest’ultimo progetto rientra nel Masterplan predisposto dalla Città metropolitana di Messina”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Dopo Tanta Primavera è Giusto che Giunga l’Estate

Gli uomini invecchiano. I tempi cambiano e risulta naturale, necessario, saggio il cercare di andare avanti. Occorre metabolizzare i buoni e soprattutto i cattivi momenti, ma per evitare muri, divisioni ideologiche o di principio, non bisogna avere paura dell'alternanza e della necessità di dare una chance a chi vuole guadagnarsela sul campo. Nessuno è custode della verità assoluta.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Blog

di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.