Pnrr, Musumeci: "Il Governo non ha consultato le Regioni" :ilSicilia.it

la dichiarazione del governatore

Pnrr, Musumeci: “Il Governo non ha consultato le Regioni”

di
13 Ottobre 2021

Noi nei cassetti della Regione non abbiamo trovato progetti, il governo che ci ha preceduto, guidato dal Pd, non ha lasciato progetti seri, abbiamo trovato solo fogli bianchi“. Lo ha detto Nello Musumeci, presidente della Regione Siciliana, intervistato da Claudio Brachino per la rubrica “Primo Piano” dell’Agenzia Italpress.

Il Pnrr non poteva aspettarsi dalla Sicilia progetti particolarmente significativi, il governo centrale ha pensato di elaborare un piano di interventi senza consultare le Regioni. Nessuna Regione è stata coinvolta e questo deficit di confronto pesa. Noi abbiamo avanzato alcune richieste ma a Roma credo che abbiamo interesse a guardare alle Regioni del centro nord – ha aggiunto –. Se Roma avesse consultato le Regioni lo scorso anno avremmo potuto produrre progetti esecutivi già cantierabili“.

Musumeci chiede che “il governo centrale si sieda di fronte a ogni presidente per concordare le iniziative possibili“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.