15 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 18.58
Palermo

le dichiarazioni del consigliere comunale pentastellato

Polemica Rap, Randazzo (M5s): “Norata già socio di azienda privata di compostaggio. Conflitto di interessi?”

16 Settembre 2019

La polemica sulla Rap ed emergenza rifiuti a Palermo non accenna ad arrestarsi e il M5s torna alla carica. “Mentre il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando e il partito dell’assessore Giusto Catania parlano di settore rifiuti in mano ai privati, dimenticano di avere nominato come presidente della Rap, Giuseppe Norata, che è socio (e in passato anche amministratore) di una società privata che gestisce un impianto di compostaggio a Termini Imerese, potenziale concorrente della Rap che ha un impianto di compostaggio a Bellolampo“,  afferma in una nota il consigliere comunale del M5S, Antonino Randazzo.

Una polemica che già ad agosto dell’anno scorso il gruppo consiliare dei pentastellati aveva sollevato, proprio quando era stato appena nominato Norata come presidente Rap: “Mentre Orlando continua a propagandare di non voler privatizzare le partecipate del Comune – dicevano l’anno scorso i cinquestelle – il presidente della Rap invece ha già affermato di volere affidare dei servizi, anche se temporaneamente, ai privati. Quindi la smettano di prendere in giro i palermitani, ci dicano chiaramente se hanno cambiato la linea politica e se hanno intenzione di privatizzare la Rap“.

Poi l’affondo del gruppo M5S sul conflitto d’interesse di Norata con la sua azienda privata e l’azienda pubblica: “Il presidente chiarisca anche come intende gestire il conflitto di interessi essendo amministratore – l’anno scorso (ndr) –  e socio della Ecox srl, società che si occupa di rifiuti e che voleva realizzare un impianto di trattamento nella zona industriale di Termini Imerese – questa la polemica sollevata già l’anno scorso dal gruppo del M5s Palermo.

 

 

Tag:
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Lavori “like”

Sono sempre affascinato dalle discussioni che nascono quando il tema riguarda la trasformazione della propria città. Molto spesso si cade nella trappola di far diventare politica tutto quanto accade attorno a noi
. Rosso & Nero .
di Alberto Samonà

Redistribuzione dei migranti? l’Ue fa ciao ciao all’Italia

L'accordo di Malta sull’immigrazione che era stato salutato con toni trionfali da tutto l'asse del governo giallorosa, dal ministro dell'Interno Lamorgese, da Giuseppe Conte e dal Pd, è carta straccia o quasi. Il Consiglio europeo dei ministri degli Interni Ue che si è riunito a Lussemburgo non l'ha ratificato.
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.