18 Giugno 2019 - Ultimo aggiornamento alle 12.56

La risposta al Sottosegretario al Ministero dell’Interno

Polemiche sui vigili del fuoco discontinui di Siracusa: Candiani risponde con i fatti

18 Giugno 2019

Sessantasette visite tra Comandi e Distaccamenti in un solo anno di Governo, decine gli incontri organizzati con cadenza pressoché settimanale con rappresentanti sindacali, comitati ed associazioni, 1500 le nuove assunzioni, un lavoro costante per ottenere, come da contratto di Governo lo stesso trattamento economico e previdenziale per i Vigili del Fuoco con le altre delle altre forze di polizia.

Il Sottosegretario al Ministero dell’Interno con delega ai Vigili del Fuoco, Stefano Candiani, risponde con i fatti alle polemiche sollevate nei giorni scorsi da alcuni rappresentanti dell’Associazione Nazionale Discontinui di Siracusa.

Da parte del Sottosegretario – si legge in una nota diffusa dal suo ufficio stampa – nessun problema ad incontrare ed ascoltare la categoria dei discontinui, Candiani, infatti, non si é mai tirato indietro ad alcun confronto purchè questo sia costruttivo e positivo per il Corpo“.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I lupi si travestono da nonne innocue

Il termine pedofilia (dal greco pais, fanciullo, e philìa, amore) dovrebbe significare una predisposizione naturale dell'adulto verso il fanciullo. Attenzioni che, in apparenza, sembrano dettate da amore e dedizione, possono, in realtà, mascherare un'inquietante e distruttiva perversione.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

La città dei gabbiani

Sono preoccupato, ma non perché non vedo nulla, ma perché attorno a me c’è gente invasata che vede il castello “vede la luce”. Questa è l’epoca del grande inganno. E intanto sentiremo i versi degli innumerevoli gabbiani che ci fanno sognare di esser cittadini nordici di una meravigliosa isola.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.