La risposta al Sottosegretario al Ministero dell’Interno

Polemiche sui vigili del fuoco discontinui di Siracusa: Candiani risponde con i fatti

18 Giugno 2019

Sessantasette visite tra Comandi e Distaccamenti in un solo anno di Governo, decine gli incontri organizzati con cadenza pressoché settimanale con rappresentanti sindacali, comitati ed associazioni, 1500 le nuove assunzioni, un lavoro costante per ottenere, come da contratto di Governo lo stesso trattamento economico e previdenziale per i Vigili del Fuoco con le altre delle altre forze di polizia.

Il Sottosegretario al Ministero dell’Interno con delega ai Vigili del Fuoco, Stefano Candiani, risponde con i fatti alle polemiche sollevate nei giorni scorsi da alcuni rappresentanti dell’Associazione Nazionale Discontinui di Siracusa.

Da parte del Sottosegretario – si legge in una nota diffusa dal suo ufficio stampa – nessun problema ad incontrare ed ascoltare la categoria dei discontinui, Candiani, infatti, non si é mai tirato indietro ad alcun confronto purchè questo sia costruttivo e positivo per il Corpo“.

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.