Policlinico di Palermo, Razza: "Micari continua a cercare lo scontro" :ilSicilia.it

l'Assessore risponde al rettore

Policlinico di Palermo, Razza: “Micari continua a cercare lo scontro”

di
25 Maggio 2020

“Il rettore Micari continua a cercare lo scontro ed è molto grave. Ripeto a lui pubblicamente quello che ho già scritto: la crisi sanitaria ha impegnato due dei tre componenti della ‘rosa di nomi’ in quanto già direttori generali”. Così l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, replica al rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Fabrizio Micari, che è tornato a sollecitare la nomina del Direttore Generale del Policlinico ‘Paolo Giaccone’, accusando dei ritardi l’Assessorato.

Avevo proposto di scegliere un commissario per allargare la platea dei soggetti valutabili e mi è stato risposto di no – prosegue -. L’Azienda è retta secondo quanto dispone la legge 5 del 2009 e confermo che procederò nelle prossime giornate a definirne il vertice. Ma e’ insopportabile l’arroganza con cui il professore Micari sembra dimenticare che la sanità regionale in queste difficili settimane ha avuto priorità legate alla emergenza sanitaria”.

Oggi – aggiunge l’assessore Razza – capisco che, forse, la sua priorità è diventata la campagna elettorale per il prossimo Rettore, ma la mia resta ancorata al buon senso e al principio di legalità sostanziale degli atti che assumo”.

Leggi anche

Policlinico di Palermo, Micari a Razza: “Nominare subito il direttore generale”

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Docenti indecenti

Noi docenti siamo dei ladri: abbiamo tre mesi di vacanza in estate, rubiamo lo stipendio anche durante le vacanze di Natale e di Pasqua, per
Blog
di Renzo Botindari

“Sulle Rive del Don”

Per noi bambini, lui aveva il potere “di vita e di morte” sul marciapiede davanti la portineria, all'epoca tutti i portieri erano dei "Don", oggi sostituiti da un videocitofono.
Blog
di Alberto Di Pisa

Democrazia diretta e indiretta

Di recente Grillo ha dichiarato di non credere in una forma di rappresentanza parlamentare ma nella democrazia diretta citando in proposito il referendum come il massimo dell’espressione democratica.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.