Politeama-Malaspina-Notarbartolo. Delrio firma il decreto: ecco 100 milioni per completare l'Anello Fs :ilSicilia.it
Palermo

Il 2° lotto dell'Anello Ferroviario di Palermo

Politeama-Malaspina-Notarbartolo. Delrio firma il decreto: ecco 100 milioni per completare l’Anello Fs

di
3 Gennaio 2018

PALERMO. Grandi novità per l’appalto di Chiusura dell’Anello Ferroviario di Palermo. Mentre la Tecnis è alle prese con il 1° stralcio Giachery-Politeama (tra ritardi enormi e una causa per risarcimento danni dei commercianti e residenti di via Emerico Amari) – ieri dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è arrivato il decreto di finanziamento per il 2° stralcio Politeama-Malaspina-Notarbartolo che assegna a Palermo 100 milioni di euro.

Il ministro Graziano Delrio, lo aveva già anticipato a maggio 2017 (LEGGI QUI), quando venne in visita in città per fare il punto sui principali cantieri aperti. «La buona notizia – disse Delrio allora – è che è stato finanziato anche il 2° lotto dell’Anello ferroviario per circa 100 milioni, messi nel Fondo Sviluppo e Coesione».

Orlando, Faraone, Palazzo e DelrioIeri Delrio ha firmato il decreto di riparto di 1,397 miliardi per le linee metropolitane, filoviarie e in generale del trasporto rapido di massa. Le nuove risorse, sommate ai 665,77 milioni approvati dal Cipe del 22 dicembre, ammontano a 2,063 miliardi. La cura del ferro continua nelle città, in particolare nelle città metropolitane, che, con un efficace sistema di trasporto pubblico potranno essere comparabili alle migliori città europee – dichiara il Ministro Graziano Delrio –  Dopo una prima fase di finanziamenti, procediamo con interventi importanti per le città metropolitane: Roma Capitale che potrà affrontare alcuni nodi delle Metro A e B, Milano, che continua a produrre buoni risultati, Torino, con il finanziamento per la Collegno-Cascine Vica, Genova, Firenze, fino a Reggio Calabria e Catania, poi altre città come Padova. Con la pianificazione e programmazione pluriennale di opere e risorse, il trasporto ferroviario urbano si rafforzerà costantemente e nei prossimi mesi godrà di ulteriori finanziamenti già previsti per le opere utili e il rinnovo dei mezzi. Tutto il sistema ha ora una sua organicità, affrontata con le Regioni e le città, e sarà in grado di esprimere miglioramenti diffusi a livello nazionale, da Nord a Sud”.  A Catania dunque i fondi per la fornitura di 17 treni con trazione autonoma della linea filoviaria Circumetnea. Assegnati 59,50 milioni di euro. Altri 115 milioni sono stati approvati al Cipe di dicembre per la tratta Misterbianco-Belpasso.

[SCARICA QUI LE SLIDE DEL MIT]

Accanto a questi interventi, i 100 milioni per completare l’Anello Fs. Nella relazione generale descrittiva del Comune di Palermo si legge che «sono state recepite le prescrizioni dell’ex Provincia Regionale di Palermo relativamente alla richiesta di prevedere alla stazione Politeama la predisposizione per un tunnel di collegamento pedonale con tapis roulant a servizio del “Palazzo di Giustizia”. In particolare per la stazione Politeama nella parte terminale della stazione, a quota mezzanino è stata inserita una predisposizione per il futuro “Percorso di Collegamento Stazione Politeama – Tribunale”. Tale collegamento verrà realizzato in una fase successiva mediante una struttura in c.a. avente una sezione trasversale di larghezza di 5.80 m e altezza di 3.40 m».

In particolare, secondo i dettami dell’ex Provincia, il collegamento si svilupperà in galleria «seguendo l’asse della via S.Oliva sino al centro di piazza S.Francesco di Paola e prevede n. 3 tapis roulant per senso di marcia. In corrispondenza di P.zza S.Oliva e S.Francesco verranno ubicati, in sotterranea, i locali tecnologici e le rampe di scale di uscita».

Ovviamente siamo ancora all’alba perché manca il progetto definitivo ed esecutivo e poi si passerà alla gara d’appalto dei lavori. Considerato che per il 1° lotto sono trascorsi quasi 20 anni tra ricorsi al Tar, contro-ricorsi al Consiglio di Stato, presunti “aiuti di Stato” contestati dall’Ue, varianti colossali che hanno portato il costo da 73 milioni a 154, più gli infiniti ritardi della Tecnis (l’opera doveva esser pronta il 23 luglio 2017 invece siamo ancora intorno al 20% dei lavori)… ne vedremo ancora delle belle!

© Riproduzione Riservata
Tag:

‘La caduta, eventi e protagonisti in Sicilia: 1972-1994’: l’analisi di Calogero Pumilia

Calogero Pumilia, per oltre vent’anni deputato democristiano, nel suo “La Caduta. Eventi e protagonisti in Sicilia 1972-1994“, in libreria in questi giorni, ci offre un contributo in questo senso regalandoci una lettura dal di dentro che consente di farci scoprire come molte leggende metropolitane, spacciate per verità storica, debbano essere riviste.
Blog
di Giovanna Di Marco

Lidliota. E non è un romanzo

Ora mi chiedo come ci siamo ridotti se davvero su internet vanno a ruba le scarpe vendute alla Lidl a prezzi esorbitanti, perché pare che
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Giotto e i Messicani

Non chiedetevi “cosa potete fare per il vostro paese” ma solamente “A cu appartieni?”. Lo scoglio insulare dove si infrange quello che potrebbe essere il nostro "sogno americano".
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin