Polizia di Stato: al via concorso per l’assunzione di 1381 allievi agenti CLICCA PER IL BANDO :ilSicilia.it

pubblicato sulla gazetta

Polizia di Stato: al via concorso per l’assunzione di 1381 allievi agenti CLICCA PER IL BANDO

di
23 Maggio 2022

E’ indetto concorso pubblico, per esame e titoli, a milletrecentottantuno posti per allievo agente della Polizia di Stato riservato, ai sensi dell’articolo 703 del codice dell’ordinamento militare, ai cittadini italiani che, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso, si trovino in una delle seguenti condizioni:

a) volontario in ferma prefissata di un anno (VFP1) in servizio da almeno sei mesi continuativi o in rafferma annuale;

b) volontario in ferma prefissata di un anno (VFP1) collocato in congedo al termine della ferma annuale;

c) volontario in ferma quadriennale (VFP4) in servizio o in congedo.

Qualora non coperti per insufficienza di candidati idonei, saranno devoluti ai candidati idonei alle procedure per l’accesso alla stessa qualifica non assoggettati alla riserva di cui dell’articolo 703 del codice dell’ordinamento militare, secondo l’ordine decrescente della graduatoria finale di merito di cui all’art. 17 del presente bando.

Requisiti di partecipazione e cause di esclusione

1. I requisiti di partecipazione, oltre a quelli indicati all’articolo 1, sono i seguenti:

a) cittadinanza italiana;

b) godimento dei diritti civili e politici;

c) aver compiuto il diciottesimo anno di eta’ e non aver compiuto il ventiseiesimo anno di eta’. Quest’ultimo limite e’ elevato, fino ad un massimo di tre anni, in relazione all’effettivo servizio militare prestato dai candidati;

d) possesso delle qualita’ di condotta previste dall’articolo 35, comma 6, del decreto legislativo n. 165 del 2001;

e) diploma di scuola secondaria di secondo grado o equipollente che consente l’iscrizione ai corsi per il conseguimento del diploma universitario o equipollente, fatta salva la possibilita’ di conseguirlo entro la data di svolgimento della prova d’esame scritta di cui all’articolo 9;

f) per i volontari delle Forze armate che risultavano in servizio o in congedo alla data del 31 dicembre 2020, diploma di scuola secondaria di primo grado o equipollente, fatto salvo quanto diversamente previsto dall’articolo 2, comma 2;

g) efficienza fisica e idoneita’ fisica, psichica e attitudinale all’espletamento dei compiti connessi alla qualifica, previste dal decreto del Ministro dell’interno 30 giugno 2003, n. 198, e dal decreto del Presidente della Repubblica 17 dicembre 2015, n. 207.

I requisiti di idoneita’ fisica, psichica e attitudinale si considerano in possesso dei candidati esclusivamente qualora sussistenti integralmente al momento dello svolgimento dei rispettivi accertamenti; l’eventuale acquisizione dei requisiti in un momento successivo non rileva ai fini dell’idoneita’.

2. Non sono ammessi coloro che sono stati, per motivi diversi dall’inidoneita’ psico-fisica, espulsi o prosciolti, d’autorita’ o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate o nelle Forze di polizia, ovvero destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una pubblica amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze di pubbliche amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare, nonche’ coloro che hanno riportato condanna anche non definitiva per delitti non colposi, o che sono imputati in procedimenti penali per delitti non colposi per i quali sono sottoposti a misura cautelare personale, o lo sono stati senza successivo annullamento della misura, ovvero assoluzione o proscioglimento o archiviazione anche con provvedimenti non definitivi.

3. I requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di partecipazione, ad eccezione dei diplomi di cui alle lettere e) e f), che possono essere conseguiti entro la data di svolgimento della prima prova d’esame.

4. A pena di esclusione, i candidati devono mantenere i requisiti di partecipazione fino al termine della procedura concorsuale, a eccezione di quello relativo ai limiti di eta’.

5. L’amministrazione provvede d’ufficio ad accertare i requisiti della condotta e quelli dell’efficienza fisica e dell’idoneita’ fisica, psichica e attitudinale al servizio, nonche’ le cause di risoluzione di precedenti rapporti di impiego presso la pubblica amministrazione e la veridicita’ delle dichiarazioni rilasciate dai candidati. I controlli relativi ai titoli indicati tra i requisiti di ammissibilita’ oggetto di dichiarazione sostitutiva di certificazione o di atto di notorieta’, per i dichiaranti non gia’ assoggettati ai controlli a campione svolti durante l’espletamento delle procedure concorsuali, sono effettuati entro la data di conclusione del prescritto corso di formazione. I controlli sono svolti dalle competenti articolazioni dell’amministrazione della pubblica sicurezza, anche mediante richieste rivolte alle articolazioni centrali e territoriali delle altre amministrazioni in possesso della documentazione oggetto delle dichiarazioni. La decadenza dall’impiego con efficacia retroattiva e’ dichiarata, in conseguenza della mancata veridicita’ del contenuto delle dichiarazioni emersa in occasione dei controlli, con decreto del Capo della Polizia – Direttore generale della pubblica sicurezza, ferma restando la responsabilita’ penale.

6. L’esclusione per difetto di uno o piu’ dei requisiti prescritti e’ disposta in qualsiasi momento con decreto del Capo della Polizia – Direttore generale della pubblica sicurezza.

Domanda di partecipazione – modalita’ telematiche

1. La domanda di partecipazione deve essere compilata e trasmessa, esclusivamente per via telematica, entro il termine perentorio di trenta giorni – che decorre dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bando nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» – utilizzando esclusivamente la procedura informatica disponibile all’indirizzo https://concorsionline.poliziadistato.it (dove si dovra’ cliccare sull’icona «Concorso pubblico»). A quest’ultima procedura informatica, il candidato potra’ accedere attraverso i seguenti strumenti di autenticazione: a) sistema pubblico di identita’ digitale (SPID), con le relative credenziali (username e password), che dovra’ previamente ottenere rivolgendosi a uno degli identity provider accreditati presso l’Agenzia per l’Italia digitale (A.G.I.D.), come da informazioni presenti sul sito istituzionale www.spid.gov.it b) sistema di identificazione digitale «Entra con CIE» con l’impiego della CIE (Carta di identita’ elettronica), rilasciata dal comune di residenza. Si potra’ accedere con tre modalita’: 1. «Desktop» – si accede con pc a cui e’ collegato un lettore di smart card contactless per la lettura della CIE. Per abilitare il funzionamento della CIE sul proprio computer e’ necessario installare prima il «Software CIE»;

2. «Mobile» – si accede da smartphone dotato di interfaccia NFC e dell’app «Cie ID» e con lo stesso si effettua la lettura della CIE;

3. «Desktop con smartphone»- si accede da pc e per la lettura della CIE, in luogo del lettore di smart card contactless, l’utente potra’ utilizzare il proprio smartphone dotato di interfaccia NFC e dell’app «Cie ID».

Qualora il candidato intenda modificare o revocare la domanda gia’ trasmessa, la deve annullare per inviarne una nuova versione, entro il termine perentorio indicato al comma 1. In ogni caso, alla scadenza del predetto termine, il sistema informatico non ricevera’ piu’ dati.

CLICCA QUI E SCOPRI IL BANDO COMPLETO

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

La Cosa Giusta

Il mio mondo è pieno di individui che hanno preso le scorciatoie e che con la loro scarsa morale minano alla base giornalmente i nostri principi essendo esempio di una classe vincente

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Fine del Referendum?

Il voto delle amministrative del 12 giugno, i suoi risultati, con l’esultanza dei vincitori e la delusione degli sconfitti con il carico di polemiche e di recriminazioni, ha messo in ombra fino alla sua rimozione

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Remake e Reboot: un fenomeno in crescita

Non è certo un fenomeno nuovo, ma negli ultimi anni con l'avvento delle piattaforme streaming e il conseguente aumento della produzione di serie tv, i remake e i reboot ( in italiano rifacimento e riavvio) sono diventati molto frequenti. La differenza tra i due termini è sostanziale:

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Il colpo di mano sull’autonomia differenziata

Subdolamente con un inserimento nella legge di bilancio sta passando l’autonomia differenziata. Si tratta di un collegato alla legge di bilancio fatto passare nella notte che sta riportando il tema dell’autonomia in corsa per essere approvato.