8 Ottobre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 19.22

Polmonite: come viene trasmessa e quali le principali caratteristiche?

10 Settembre 2018

La recente epidemia, per quanto riguarda la polmonite, avvenuta nel bresciano mi spinge ad approfondire questo argomento di grande importanza visto che rappresenta un fenomeno epidemiologico di grande impatto soprattutto con picchi di mortalità che riguardano i bambini e gli anziani (si stima una frequenza di circa 25 casi ogni 10.000 persone in un anno).

Perché polmoniti di comunità? Perché rappresentano quella fetta di polmoniti che vengono contratte al di fuori dell’ospedale e che determinano l’arrivo presso i pronto soccorso.

polmoniteQuesta distinzione è necessaria perché esistono polmoniti che vengono contratte in ospedale che hanno una mortalità globale maggiore (perchè causate da germi multiresistenti alle terapie antibiotiche). Tuttavia, chi ha eseguito nei mesi precedenti procedure invasive in strutture sanitarie (esami endoscopici, emodialisi, etc.) o chi è ricoverato in case di cura ha un rischio maggiore di contrarre una polmonite da germi multiresistenti (questa forma si definisce polmonite correlata all’assistenza).

I patogeni considerati i principali responsabili di polmoniti di comunità sono lo Streptococcus pneumoniae, Haemophilus influenza, and Moraxella catarrhalis. Tuttavia anche lo staphylococcus aureus può dare forme di polmonite clinicamente più impegnative insieme ad altri germi come la Klebsiella Pneumonie e Pseudonoman aeruginosa (più frequente in soggetti che soffrono di bronchiectasie).

Ci sono le forme etichettate come atipiche causate da germi particolari come la Chlamydia, la Francisella, la Coxiella e il Mycoplasma (alcuni tra questi germi sono di provenienza animale). Anche la Legionella è un germe implicato nelle forme cosiddette atipiche di polmonite e abbiamo correttamente sentito che si contrae inalando goccioline di acqua in sospensione contenenti l’agente infettivo.

Diversi sono i virus respiratori in grado di causare polmoniti e tra questi c’è anche il virus influenzale a volte responsabile di polmoniti clinicamente molto aggressive.

Le forme fungine sono rare perché contratte da pazienti immunodepressi e con altre patologie polmonari gravi.

polmonite-2Come vengono trasmesse le polmoniti? Le vie di trasmissione sono due fondamentalmente: inalando goccioline in sospensione (provenienti per lo più dal paziente che le emette con i colpi di tosse), o attraverso il contatto con secrezioni (bocca e occhi) che senza adeguata pulizia (basta il lavaggio accurato delle mani) possono essere trasmessi da un individuo malato a uno sano.

Un cenno a parte merita la polmonite da aspirazione che può colpire soggetti con problemi di deglutizione e/o rigurgito gastroesofageo (solitamente soggetti allettati affetti da ictus, malattia di parkinson ed altre malattie del sistema nervoso): un modo per contaminare l’albero respiratorio con le proprie secrezioni provenienti dallo stomaco o direttamente dalle particelle di cibo.

polmoniteLe infezioni batteriche sono tutte trattabili con gli antibiotici e spesso possono essere affrontate facendo rimanere il paziente a casa. Tuttavia, la tosse e l’affanno che peggiorano o peggio la comparsa di fame d’aria sono tutti elementi che suggeriscono il corretto ricorso a cure mediche urgenti. In caso di febbre alta, dispnea (respirazione affannosa) e tosse è necessario contattare il proprio medico di medicina generale.

Il bravo medico dopo un’attenta visita potrà consigliare un’adeguata terapia, sintomatica (anti-infiammatori) in caso di elevata probabilità di infezione virale. La persistenza della febbre e la comparsa di tosse catarrale (magari con secrezioni particolarmente dense) suggeriscono una adeguata terapia antibiotica, spesso per via orale, mentre una mancata risposta alla terapia dopo tre-quattro giorni o un peggioramento del quadro clinico deve spingere al ricorso al pronto soccorso con particolare attenzione ai bambini, anziani con comorbidità e soggetti immunodepressi.

Se vuoi rimanere aggiornato su ricerca, prevenzione, bandi e concorsi e tanto altro vai su sanitainsicilia.it

Tag:
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.