"Pomodori infettati e mosca parassita diretti in Sicilia", bloccato il carico :ilSicilia.it
Catania

Lo rende noto l'assessore Edy Bandiera

“Pomodori infettati e mosca parassita diretti in Sicilia”, bloccato il carico

7 Novembre 2019

Bloccato un nuovo lotto di prodotti agroalimentari infetti, diretti in Sicilia.

Lo rende noto l’assessore regionale all’Agricoltura Edy Bandiera, che su Facebook scrive: “Due importanti attività di blocco, di prodotti agricoli, in ingresso in Sicilia, effettuati, questa mattina, dal Servizio Fitosanitario dell’Assessorato Regionale all’Agricoltura:

  • Semi di pomodoro, provenienti da Israele, infettati da TOBRFV, virus del pomodoro che si sarebbe diffuso nelle nostre campagne.
  • La dannosissima mosca orientale della frutta, Bactrocera Dorsali, parassita che attacca oltre 470 tipi di piante, trovata su frutti di mango. 

Controlli effettuati presso l’aeroporto di Catania. Le attività di controllo e sequestro, dei prodotti non conformi alle regole, operate dal Governo Musumeci, su tutti i punti di ingresso in Sicilia, vanno avanti ogni giorno a tutela della salute e dell’economia dei Siciliani”, conclude l’assessore.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Il cielo di Paz
di Mari Albanese

Lettera di un’adolescente dalla sua quarantena

Oggi la mia rubrica ospita una lettera molto intensa scritta da un’adolescente che ci narra i suoi giorni di quarantena. Osservare la vita attraverso i social e distanti dagli affetti più importanti per i giovanissimi è stato molto faticoso. Possono i libri aiutare a lenire la solitudine?
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.