Ponte Corleone a Palermo: "Ministro nomini commissario, i lavori non possono più attendere" :ilSicilia.it
Palermo

LO DICE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE

Ponte Corleone a Palermo: “Ministro nomini commissario, i lavori non possono più attendere”

di
16 Gennaio 2021

“I lavori di messa in sicurezza e ammodernamento del ‘Ponte Corleone’ di Palermo non possono più attendere, per questo ho chiesto al ministro per le Infrastrutture Paola De Micheli di valutare la nomina di un commissario straordinario per gli interventi necessari, e di individuare un canale di finanziamento per l’opera”.

Lo dice il presidente del Consiglio Comunale di Palermo Totò Orlando in merito alla condizione del Ponte Corleone situato lungo la circonvallazione, sul fiume Oreto, che da tempo evidenzia numerose criticità.

Nella lettera inviata al ministro, Totò Orlando ripercorre una serie di interventi previsti negli anni passati e mai attuati, comprese le previsioni contenute nel “Patto per Palermo” del 2016.

Totò OrlandoLa tragica vicenda di Genova, con il crollo del Ponte Morandi – dice Orlando – ha messo in risalto l’assoluta necessità di costante manutenzione delle infrastrutture, e l’approvazione nel 2020 delle linee guida per la classificazione e gestione del rischio, la valutazione della sicurezza e il monitoraggio dei ponti esistenti da parte del ministero delle Infrastrutture rappresenta uno straordinario risultato tecnico e politico raggiunto proprio dal ministro De Micheli”.

“La nomina di un Commissario Straordinario dotato dei poteri di legge e della disponibilità finanziaria – scrive il presidente del consiglio comunale nella lettera inviata al ministro – permetterebbe di presidiare celermente il Ponte attraverso strumenti di monitoraggio strutturale di ultima generazione, di individuare la struttura tecnica in grado di predisporre nel più breve tempo possibile il progetto esecutivo di manutenzione ed adeguamento strutturale del ponte anche dal punto di vista sismico, e di rendere cantierabile l’intervento e provvedere all’affidamento delle opere garantendo la trasparenza delle procedure di legge e l’affidabilità dell’operatore economico incaricato”.

 

 

LEGGI ANCHE:

Palermo, svolta per il Ponte Corleone: vince la gara la stessa ditta delle nuove linee tram

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Saghe familiari: Ray Donovan, Peaky Blinders

Ci sono serie o miniserie tv diverse dalle altre perché piuttosto che raccontare le vicende di singoli personaggi hanno come protagonisti degli interi gruppi familiari. In questi casi le  dinamiche narrative sono diverse, più complesse ed articolate e si sviluppano  in  storie totalmente

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Covid 19… per un nemico in più

Era il 1982, Riccardo Cocciante pubblicava il suo album ”Cocciante” e la canzone di successo fu “Per un amico in più”. In questa canzone il grande Riccardo ci descrive cosa non si fa per un amico in più.

Fuori dal coro

di Pietro Busetta

Classe dominante estrattiva

Nel mio ultimo saggio intitolato il lupo e l’agnello, pubblicato da Rubbettino, nelle librerie dal 1 luglio, tra i motivi del mancato sviluppo del Sud metto in evidenza quello della presenza di una classe dominante estrattiva

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin