"Ponte Corleone a rischio, infiltrazioni d’acqua preoccupanti": chiuderà a metà, caos in Viale Regione :ilSicilia.it
Palermo

la relazione dei vigili del fuoco

“Ponte Corleone a rischio, infiltrazioni d’acqua preoccupanti”: chiuderà a metà, caos in Viale Regione

di
19 Febbraio 2021

Non c’è pace per gli automobilisti di Palermo, alle prese con la “piaga” del traffico. Dopo le inchieste de ilSicilia.it riprese anche da  Striscia la notizia, tornano alla ribalta i problemi di sicurezza al Ponte Corleone, unica via di accesso in viale Regione Siciliana per arrivare alle autostrade.

Dalla prossima settimana il transito veicolare sarà bloccato su una corsia “a causa dei lavori urgenti sollecitati dall’ultimo sopralluogo dei vigili del fuoco. Dalla documentazione presentata oltre che al sindaco pure alla Prefettura, sono emerse gravi criticità relative allo stato di degrado delle strutture portanti“, scrive il GdS in edicola oggi.

ponte corleoneNella relazione si evidenzia «l’urgenza di adottare provvedimenti di interdizione all’accesso finalizzati alla tutela dell’incolumità pubblica». Pertanto il sindaco Orlando ha deciso di limitare il traffico a una corsia per carreggiata, in entrambe le direzioni. Soprattutto a causa delle infiltrazioni di acqua e le corrosioni del cemento armato.

Non bastava il limite di velocità a 30 km/h, il divieto di transito ai mezzi pesanti e i ritardi per far partire i lavori. 

Adesso ci saranno nuove lunghe code sulla Circonvallazione. Code che appesantiscono la tangenziale urbana da 3 mesi anche all’altezza dello svincolo Giotto/Lennon per i ritardi nei lavori ai canali sottostanti (Passo di Rigano e Mortillaro).

Prestigiacomo-orlando-conf stampa arresti giano bifronteLA NOTA DEL SINDACO

Dalla prossima settimana si procederà ad un restringimento della carreggiata del ponte Corleone in entrambi i sensi di marcia, lasciando percorribile la parte centrale di ciascuna campata. Lo stabilisce una nuova ordinanza firmata dal sindaco Leoluca Orlando.

Con una nota inviata al capo dell’Area tecnica e al responsabile dell’Accordo quadro per la manutenzione di ponti e cavalcavia, il cui contratto è stato sottoscritto la scorsa settimana, il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore Maria Prestigiacomo “anche in considerazione della valenza dell’infrastruttura in oggetto sia per la mobilità ordinaria sia per l’eventuale mobilità in situazioni di emergenza di Protezione Civile, hanno invitato a utilizzare tale accordo per i primi interventi di manutenzione, oltre che ad utilizzare le risorse residue di precedenti contratti. Abbiamo dato alle funzioni dirigenziali le istruzioni perché si proceda ad utilizzare tutte le risorse già disponibili per effettuare gli interventi minimi indispensabili – dichiarano – e contiamo al più presto di completare l’accordo con l’ANAS per avvalercene per un intervento di manutenzione complessiva”.

LE REAZIONI

antonino-sala“Il restringimento delle carreggiate del ponte Corleone, seppur necessario, rischia di mandare in tilt una delle principali arterie della città e di creare code chilometriche su viale Regione Siciliana che si sommano a quelle già presenti per i lavori sui canali di maltempo. E’ però incredibile che nella quinta città d’Italia si arrivi sempre al punto critico, senza un minimo di programmazione o senza predisporre per tempo le opere di manutenzione in modo che siano meno invasive possibili. Ci aspettano giorni difficili e l’impressione è che ci si arrivi sempre meno preparati”. Lo ha dichiarato il consigliere comunale, Antonino Sala, del gruppo Avanti Insieme a Palazzo delle Aquile.

ArgiroffiPiù duro l’affondo della consigliera Giulia Argiroffi, (gruppo OSO): “Il Ponte Corleone rischia di crollare da un momento all’altro – scrive su Facebook – Arcuri e Orlando ci accusarono di “procurato allarme” 3 anni fa… Orlando è responsabile anche di questa gravissima “emergenza” creata ad hoc in 19 anni di immobilismo. Aspettiamo sempre l’intervento della Procura”.

 

 

LE INCHIESTE DE ILSICILIA.IT QUI:

Palermo, svolta per il Ponte Corleone: vince la gara la stessa ditta delle nuove linee tram

Via Perpignano e Ponte Corleone: “Persi i fondi”, nuova tegola su Palermo

Palermo, l’altra Odissea della vergogna: nuovi ritardi per il Ponte Corleone

 

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Quella celestiale melodia in “LA”

Il presenzialismo non finalizzato ad alcuna crescita è una opportunità sprecata, ecco perché trovo piacere di ospitare chi sappia apprezzare il valore del “regalo”.
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Italpress

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin