Ponte Morandi, prima auto a tempo di record. E il Viadotto Himera? Qualcuno dovrebbe vergognarsi :ilSicilia.it

italia a due velocità

Ponte Morandi, prima auto a tempo di record. E il Viadotto Himera? Qualcuno dovrebbe vergognarsi

di
22 Giugno 2020

Partiamo da una buona notizia per l’Italia: questa mattina la prima automobile (sebbene si trattasse di quella con a bordo Pietro Salini, AD della società WeBuild) ha attraversato il nuovo ponte di Genova dopo il crollo del 14 agosto 2018. Già sabato scorso, il sindaco Bucci e il governatore Toti erano andati sul ponte per la prima volta dalla sua costruzione e lo avevano attraversato a piedi. Per riaprire il traffico alle auto regolarmente se ne parlerà per i primi di agosto. La ‘soletta’ sarà pronta già per metà ldi uglio.

È bastato quindi un periodo inferiore ai due anni. 

Certo, il cosiddetto ‘Metodo Genova‘, con la semplificazione e la velocizzazione delle procedure per l’assegnazione dell’appalto per la realizzazione della grande opera infrastrutturale, ha consentito di arrivare a questo risultato in un lasso di tempo decente, ‘sopportabile‘ per i cittadini genovesi.

E in Sicilia? Da queste parti le procedure a tempo di record utilizzate per il Ponte Morandi di Genova sembrano essere una chimera. Prendiamo ad esempio il Viadotto Himera, lungo l’autostrada A19 Palermo-Catania. La data del crollo quasi non si ricorda più: il 10 aprile del 2015. La realizzazione di una bretella, aperta il 16 novembre 2015, ha consentito la riapertura al traffico del tratto di autostrada chiuso. Una soluzione tampone che però non giustifica i lavori a passo di lumaca e la tanta, troppa burocrazia a rallentare la ripresa ordinaria della viabilità, con il solito rimpallo di responsabilità tra Anas e istituzioni.

La riapertura, ad oggi, è prevista entro il 31 luglio. Qualcuno, dalle parti della Regione, ha lanciato una provocazione: “Se ci riescono, mi dimetto, è stata la “scommessa” dell’Assessore regionale Marco Falcone. Poche certezze insomma, con un’unica sicurezza: qualcuno dovrebbe vergognarsi.

 

 

LEGGI ANCHE:

L’Italia a due velocità: mentre Genova riparte, 5 anni fa il crollo del Viadotto Himera

© Riproduzione Riservata
Tag:
Come se fosse Antani
di Giovanna Di Marco

Il senso del rossetto

Mi ostino a truccare le mie labbra con il rossetto, anche se in pochi lo vedranno. Si tratta di un atto di ribellione al clima che viviamo e a quella me stessa che, durante il lockdown, indossava sempre gli stessi vestiti ed era arrivata al fondo della sua sciatteria? Ebbene, eravamo solo agli inizi
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Moderati per sopravvivere

Si torna a parlare di un partito dei “moderati” che - come ci informa Belzebù nell’articolo di questi giorni - dovrebbe mettere insieme i cespugli della politica italiana: Italia Viva di Matteo Renzi, Azione di Carlo Calenda, Più Europa di Emma Bonino e Forza  Italia o almeno una sua parte. Un’adesione che finora, però, è più una speranza che una certezza
L'angolo della dietista
di Marina Sutera

Empatia e dieta

L’importanza della relazione con il professionista della salute, in una dieta per raggiungere il peso desiderabile e la cura delle emozioni. Cos'è l'empatia?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Scandali in Vaticano

E’ di questi giorni lo scandalo che ha coinvolto il Vaticano e ha portato alla decisione di Papa Francesco di far dimettere il cardinale Angelo Becciu, diplomatico di carriera, dalla guida della Congregazione dei Santi e dalle funzioni di cardinale.