Ponte Oreto a Palermo, Miconi: “Affidare i lavori all’Anas utile a non perdere i finanziamenti” :ilSicilia.it
Palermo

A RISCHIO 4 MILIONI DI EURO

Ponte Oreto a Palermo, Miconi: “Affidare i lavori all’Anas utile a non perdere i finanziamenti”

di
9 Novembre 2020

Affidare i lavori di manutenzione del ponte Oreto all’Anas ci sembra una proposta concreta e di buon senso“, lo afferma il presidente di Ance Palermo Massimiliano Miconi in relazione alla vicenda dei fondi destinati alla ristrutturazione del ponte a rischio di andare persi.

A questo punto – continua Miconi – dopo undici anni dallo stanziamento delle somme e dinnanzi al rischio concreto del definanziamento delle opere da parte del Governo, riteniamo che non sia importante quale ente farà i lavori ma che si facciano“.

Questa città non è nelle condizioni di poter perdere un finanziamento di quasi quattro milioni di euro“, chiarisce il presidente.

Ci auguriamo che al più presto questo accordo possa essere stipulato e si possa pensare poi ad altre fondamentali opere che non possono più essere rinviate come quelle che riguardano il ponte Corleone“.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.