Ponte sullo Stretto, Cancelleri: "Pronto in 10 anni. Serve all'Italia" :ilSicilia.it

l'annuncio

Ponte sullo Stretto, Cancelleri: “Pronto in 10 anni. Serve all’Italia”

di
9 Maggio 2021

Dieci anni per realizzarlo, sarà a tre campate, ci passerà la ferrovia. Il sottosegretario alle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri, intervistato dalla Stampa, parla del progetto per il ponte sulle Stretto di Messina. L’opera, dice, serve “per lo sviluppo del territorio e dell’Italia”.

Sui tempi “dipende dalle leggi e dai procedimenti autorizzativi. Se dovessimo costruire quest’opera con il Codice degli appalti attuale ci vorrebbe un’eternità. Invece con delle semplificazioni in grado di creare corsie preferenziali, in dieci anni potrebbe essere realizzata“.

L’ipotesi più accreditata è che sia a tre campate: “Non solo è più stabile, ma è percorribile dalla ferrovia”. “La maggior parte delle forze politiche sono favorevoli – dice l’esponente 5S – Il presidente Conte nella sua nuova veste ha chiesto a noi del Movimento 5 stelle di non affrontare questo tema con superficialità”.

Nel Movimento, aggiunge, se ne sta parlando, “non tutte le anime sono d’accordo, ma la responsabilità politica di ognuno di noi eletti ci obbliga ad aprire un confronto e a valutare ogni proposta. Come Movimento siciliano stiamo discutendo non solo di attraversamento stabile dello Stretto di Messina, ma di un vero e proprio progetto infrastrutturale per azzerare finalmente il gap con le regioni del Nord”. “Se si costruisce una struttura leggera e ambientalmente sostenibile io sono convinto – aggiunge – che problemi non ce ne saranno”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Banner Telegram

Alpha Tauri

di Manlio Orobello

Il Re traditore

Il 2 giugno 1946, con la proclamazione della Repubblica Italiana veniva scritta la parola fine alla monarchia e con essa alla guida dello stato  da parte della casa Savoia.

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

La Repubblica compie 75 anni!

Una delle cause principali delle difficoltà in cui versa il Paese, segnato da uno sbandamento anche morale, da una involuzione culturale e civile, nasce sicuramente dall’avere smarrito il senso di questa data, da un affievolirsi dei valori che sono stati alla base della nascita della Repubblica
Banner Ortopedia Ferranti

Segreti e non misteri

di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin