Ponte sullo Stretto, Giovannini: "Confronto con parlamento e società civile" :ilSicilia.it
Messina

la dichiarazione

Ponte sullo Stretto, Giovannini: “Confronto con parlamento e società civile”

di
21 Maggio 2021

“Sul Ponte sullo Stretto serve un confronto con il parlamento e con la società civile”, lo ha detto il ministro per le Infrastrutture e della mobilita’ sostenibili, Enrico Giovannini, rispondendo a un’interrogazione sul Ponte sullo Stretto di Messina al Question time al Senato.

“Sull’attraversamento stabile dello Stretto di Messina, dopo la trasmissione al parlamento della relazione finale del gruppo di lavoro tecnico, il governo considera assolutamente fondamentale il confronto con il parlamento e con le altre istituzioni e la societa’ civile, per una decisione che consenta di rispondere al meglio alla domanda di mobilita’ da e per la Sicilia – ha affermato -. Questo non vuol dire che la discussione si chiude, tutt’altro: nel Pnrr sono comunque previsti importanti investimenti che riguardano l’alta velocita’ Salerno-Reggio Calabria, la Palermo-Catania-Messina, l’attraversamento dinamico dello Stretto in modo da poter migliorare la situazione”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.