Ponte sullo Stretto, Musumeci: "Governo regionale favorevole senza se e senza ma" :ilSicilia.it

L'intervento del governatore

Ponte sullo Stretto, Musumeci: “Governo regionale favorevole senza se e senza ma”

1 Marzo 2019

Il governo della Regione siciliana è per il Ponte sullo Stretto senza se e senza ma. Ed ha ribadito più volte la volontà di dovere istituire l’Autorità portuale dello Stretto che ritiene, per la sua specificità, necessaria a disciplinare il trasporto tra le due sponde“. Nello Musumeci torna ancora una volta a parlare del Ponte sullo Stretto di Messina e ribadisce la convinzione della necessità dell’opera infrastrutturale.

Ma stavolta lo fa a nome dell’intero esecutivo siciliano. Non a caso, il governatore ha scelto la conferenza stampa di presentazione dell’accordo tra Sicilia e Calabria per l’istituzione dell’Area integrata dello Stretto.

A margine dell’incontro con i giornalisti, Musumeci ha anche commentato criticamente il dibattito politico che si sta sviluppando attorno al tema dell’autonomia differenziata, giudicandolo “pernicioso. Ho già scritto al premier Conte – ha quindi affermato Musumeci -, il governo centrale deve istituire un tavolo al quale siano presenti anche i governatori delle Regioni del Sud. La vicenda non riguarda solo tre Regioni, seppure importanti – ha aggiunto – Dobbiamo conoscere in maniera chiara e non opaca le procedure“.

Ma non è l’unico argomento ‘caldo’ che Musumeci ha trattato a Palazzo d’Orleans. Il Presidente della Regione è intervenuto anche sul taglio dei vitalizi, sul quale si è detto “Politicamente favorevole. Io lo sono più di tutti“, sono state le parole di Musumeci. Poi una battuta sui risvolti che la questione assume all’Ars. A chi gli chiedeva se avesse parlato della questione con Gianfranco Micciché, il governatore ha risposto: “Per quanto riguarda l’Assemblea non è compito mio“.

 

LEGGI ANCHE:

Ponte sullo Stretto, no del sottosegretario M5S. Musumeci: “Ha perso occasione per tacere”

Regione: “Metteremo spalle al muro il Governo: sì al Ponte sullo Stretto”

Addio alla Tav, l’analisi costi-benefici boccia il progetto. E la Sicilia resta in attesa…

 

Tag:
Cultura
di Renzo Botindari

Musica e Qualità di Vita

Oggi questa città ha più teatri “aperti”, ma nessuno di questi è dotato di una agibilità definitiva per il pubblico spettacolo, nell’attesa di lavori che comportano serie risorse dedicate e destinate alla loro messa in sicurezza. La musica, gli spettacoli meritano e necessitano di spazi propri sia per apprezzarne in pieno la qualità, sia per garantire quella trascurata dalle nostre parti “qualità di vita”, diritto di tutti.