Ponte sullo Stretto, Siracusano: "Lo farà il centrodestra. Stop a manovre per rinviare" :ilSicilia.it
Messina

La dichiarazione

Ponte sullo Stretto, Siracusano: “Lo farà il centrodestra. Stop a manovre per rinviare”

di
2 Agosto 2022

Il Ponte torna ad essere tema centrale della campagna elettorale, come ormai avviene da oltre 30 anni ed il centrodestra lo inserisce tra i punti programmatici. Nel frattempo però i governi precedenti hanno utilizzato la manovra del gambero, allungando i tempi con l’ennesimo studio di fattibilità che sarà ultimato nella primavera del 2023. Ed è su questo punto che la parlamentare messinese Matilde Siracusano chiede al governo Draghi di fermare l’iter per lasciare a chi vincerà le elezioni ogni decisione.

“La realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina, questa l’indicazione che sta arrivando dal tavolo nazionale del programma del centrodestra, sarà parte integrante della proposta con la quale la coalizione si presenterà agli italiani il prossimo 25 settembre- spiega Matilde Siracusano– Per noi le infrastrutture sono di vitale importanza per lo sviluppo del Paese, e un collegamento stabile tra Sicilia e Calabria sarà fondamentale per far crescere il Mezzogiorno, per sfruttare tutte le potenzialità di queste due Regioni, per attrarre investimenti e lavoro. Nessuna ambiguità dalla nostra parte politica; vedremo cosa dirà la sinistra, che in questi anni ha, purtroppo, esercitato un’azione di disturbo in merito a progetti immediatamente cantierabili e a iniziative politiche e governative che avrebbero dovuto dare input diversi”

La deputata di Forza Italia ha presentato un ordine del giorno al decreto infrastrutture, in questi giorni all’esame della Camera dei deputati. Il governo Draghi, infatti, ha affidato a Rete ferroviaria Italiana l’incarico per la predisposizione di un nuovo studio di fattibilità per la realizzazione del Ponte sullo stretto di Messina sulla base di un nuovo progetto a più campate, stanziando a tal fine 50 milioni di euro.
La procedura relativa al nuovo studio di fattibilità prevede un cronoprogramma la cui conclusione è fissata all’11 agosto 2023 con la consegna dei risultati dello studio, rinviando ancora e in maniera indefinita nel tempo la realizzazione di un’opera attesa ormai da moltissimi anni e indispensabile per l’economia e la mobilità della regione Sicilia.

Il mio ordine del giorno chiede all’esecutivo, seppur in carica per gli affari correnti, di rivedere la decisione assunta in merito alla realizzazione di un nuovo studio di fattibilità, destinando le risorse già stanziate all’aggiornamento del progetto già esistente per la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina a campata unica- conclude Matilde Siracusano- Sarebbe un segnale di attenzione importante per i siciliani e per i calabresi che da decenni chiedono chiarezza e azioni concrete. Mi auguro che il governo e il ministro Giovannini possano dare parere favorevole a questo mio atto parlamentare; ad ogni modo sarà il centrodestra, dopo aver vinto le elezioni, a dare seguito – senta tentennamenti – al volere dei cittadini”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Outlander e i viaggi nel tempo

Anche questa volta lo spunto per scegliere l argomento del nuovo articolo me lo ha dato una serie che sto seguendo in questo periodo con interesse crescente  : "Outlander". Sei  stagioni tutte presenti su Sky,  una serie di cui avevo sentito parlare e che più volte mi era stata

In Primis la Sicilia

di Maurizio Scaglione

Vota e fai votare…. ma pensa con la tua testa

Vi ricordate quando, parliamo anni 60 e 70 , durante il periodo elettorale,  passavano per i quartieri le vecchie Fiat 600 con il megafono montato nel portabagagli sul tetto e gridavano con voce decisa, vota e fai votare Pinuccio Tal dei tali, per il tuo futuro , per il futuro dei tuoi figli, per il lavoro