Porti, Fincantieri costruirà navi da crociera a Palermo. Fiom: "Gran risultato" :ilSicilia.it
Palermo

Investimenti sul Capoluogo

Porti, Fincantieri costruirà navi da crociera a Palermo. Fiom: “Gran risultato”

di
19 Dicembre 2019

“Confermati gli investimenti per rifare il bacino da 150 mila tonnellate e l’intenzione di tornare a costruire navi da crociera a Palermo. Due notizie che accogliamo con vera soddisfazione dopo le tante battaglie fatte in questi anni per arrivare a questo risultato e che rappresentano la conferma ufficiale sia da parte dell’Autorità portuale che da Fincantieri, che si va avanti con le opere”.

Lo dichiarano il segretario generale Fiom Cgil Palermo Angela Biondi e Francesco Foti della Fiom Cgil Palermo, a conclusione dell’iniziativa “Noi, il Mediterraneo” al quale la Fiom ha preso parte.

“Un’importante iniziativa, quella organizzata oggi a Palermo dal presidente dell’Autorità portuale Pasqualino Monti. Sia il presidente dell’Autorità portuale che Fincantieri hanno dichiarato che i lavori al bacino di carenaggio dovrebbero finire nel 2023, anno a partire dal quale arriverà a Palermo la prima nave intera da costruire del gruppo cantieristico italiano – aggiungono Biondi e Foti – È stata sottolineata la specificità e la bravura delle maestranze palermitane rispetto alla trasformazione delle navi. E adesso la professionalità dei nostri lavoratori potrà essere valorizzata ancora di più per attuare la mission produttiva, che da tanti anni aspettavamo venisse restituita e che pone le basi per il rilancio del sito di Palermo e del suo ruolo nel Mediterraneo”.

PORTO DI PALERMOIn un recente incontro, il presidente Monti ha confermato ai sindacati che l’iter per lo stanziamento degli 81 milioni di euro per il bacino da 150 mila tonnellate è in fase conclusiva presso il Consiglio dei Ministri: all’arrivo del decreto, a giugno, secondo le previsioni, si potrà partire con la gara di appalto. Inoltre, Monti ha fatto presente che sono stati già finanziati, con delibera Cipe, altri 39 milioni di euro per i lavori di rifacimento delle paratie in cemento armato e per la “barca porta” di chiusura del bacino, lavori previsti per il consolidamento della struttura e conseguenti al recente svuotamento del bacino.

Al centro dell’incontro, anche il ruolo del porto di Termini Imerese. “Sono stati illustrati i lavori in corso e confermato che nel giro di un paio d’anni verranno completate le opere strutturali per rendere anche il porto di Termini Imerese un importante snodo non solo commerciale ma anche turistico – concludono Biondi e Foti – Le maggiori compagnie navali hanno confermato la volontà di implementare le navi da crociera non solo per Palermo ma anche per Termini Imerese, che funzionerà quindi come porto merci e turistico”.

 

 

LEGGI ANCHE:

Porti e crociere, 23 milioni di euro spesi in Sicilia nel 2019 | video interviste

© Riproduzione Riservata
Tag:
Blog
di Renzo Botindari

Se non mi mancate per nulla ci sarà un motivo?

Siamo partiti dal “fratelli d’Italia” cantato in coro alle ore 18.00 dai nostri balconi, per giungere oggi al vaffa al vicino di casa non appena si affaccia nel balcone accanto al vostro
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Buona Pasqua

L’Augurio che sicuramente in cuor loro i siciliani si fanno, in occasione di queste festività, è che questa sia l’ultima Pasqua da reclusi e che la prossima si potrà finalmente passeggiare liberamente, ritrovando il gusto dello stare insieme, di rafforzare sentimenti di amicizia, di socialità e di solidarietà
Alpha Tauri
di Manlio Orobello

“Il Paradiso perduto“

Scendeva il crepuscolo mentre l’aereo si accingeva ad atterrare a Punta Raisi. La costa fra Carini e Capo Rama appariva già punteggiata dalle luci dei paesi e delle innumerevoli abitazioni che la costellano e che si riflettevano sempre di più nella cerchia dei monti, man mano che la luce del sole tendeva a scomparire.
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Lincoln come Kennedy, il potere dei soldi

Il 14 aprile 1865, Abramo Lincoln, sedicesimo presidente degli Stati Uniti, fu assassinato raggiunto da un proiettile calibro 44 sparatogli alla testa da un sicario. fu ucciso mentre, dal palco presidenziale, assisteva alla commedia musicale Our American Cousin