Pozzallo, nave con 19mila tonnellate di grano canadese: ispezioni in corso | FOTO :ilSicilia.it
Ragusa

CONTROLLI SULLA TRACCIABILITÀ

Pozzallo, nave con 19mila tonnellate di grano canadese: ispezioni in corso | FOTO

di
31 Luglio 2019

SCORRI LE FOTO IN ALTO

“Sono in corso i controlli su 19.162,6 tonnellate di grano duro alla rinfusa a bordo della nave Ocean Castle, attraccata al porto di Pozzallo, proveniente dal Canada e battente bandiera maltese”. A renderlo noto l’Assessore regionale per l’Agricoltura Edy Bandiera.

Edy Bandiera
Edy Bandiera

Si tratta di un’azione congiunta operata dagli ispettori del Servizio Fitosanitario dell’Assessorato Agricoltura, unitamente alla Sanità Marittima, Corpo Forestale, Ispettorato centrale Repressione frodi e Carabinieri al fine di garantire la sicurezza e salubrità del prodotto in entrata nonché di tutelare i consumatori relativamente a tracciabilità del prodotto, rischio frodi e sicurezza fitosanitaria.

“Una volta effettuate le puntuali verifiche documentali e visive, si procederà con i campionamenti per le successive analisi di laboratorio che verranno eseguite presso i laboratori del servizio fitosanitario regionale e dell’Istituto zooprofilattico sperimentale della Sicilia, ente pubblico accreditato presso il Ministero della Sanità, al fine di verificare la presenza di parassiti non visibili a occhio nudo, agenti patogeni da quarantena, micotossine, o altri residui chimici”.

Il grano, destinato a 7 mulini siciliani, qualora dovesse superare il vaglio dei controlli congiunti –  precisa Bandiera – verrà scaricato, ma resterà sigillato nei silos fino al risultato delle analisi”.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.