Pozzallo, tigre fugge da una gabbia di un circo e uccide un pony: catturata :ilSicilia.it

Pozzallo, tigre fugge da una gabbia di un circo e uccide un pony: catturata

di
9 Aprile 2022

Una tigre uscita da una gabbia di un circo ha azzannato e ucciso un pony prima di essere catturata e messa in sicurezza.
L’episodio è avvenuto tutto all’interno della struttura circense a Pozzallo. A renderlo noto è il sindaco del paese del Ragusano, Roberto Ammatuna.
“All’alba – ricostruisce il primo cittadino in una nota – è riuscita ad eludere la sorveglianza e ad uscire dal recinto dove era custodita, una tigre del circo Sandra Orfei che in questi giorni staziona a Pozzallo.
Immediatamente scattato l’allarme, è stata attivato il sistema di emergenza con dislocazione di carabinieri, polizia di Stato e polizia locale. Fortunatamente gli stessi operatori del Circo sono riusciti a rintracciare l’animale e a riportarlo in gabbia, facendo tirare un sospiro di sollievo. Nel frattempo, tuttavia, la tigre ha aggredito un pony presente all’interno delle aree circensi, che non ha avuto scampo”.
Nella considerazione della gravità dell’accaduto – aggiunge il sindaco Ammatuna – la polizia locale e l’Asp stanno svolgendo indagini per verificare la regolarità delle autorizzazioni e l’efficacia dei sistemi di custodia adottati dal circo”.

© Riproduzione Riservata
Tag:

Fenomeno serie tv

di Michele Lombardo

Una estate ricca di novità

L'estate è da sempre una stagione in cui i palinsesti delle tv in chiaro sono pieni di repliche di film e programmi tv. Film come Lo squalo, Pretty woman e la saga della Principessa Sissi sono delle presenze quasi costanti nelle programmazioni estive di molte tv

Blog

di Renzo Botindari

Election Day! Che bella parola

Nessuno mette in discussione che la nostra classe politica sappia fare dialettica e litigare a difesa delle proprie posizioni, o sappia addirittura demonizzare l’avversario, ma alla fine della elezioni chi uscirà vincitore dovrà governare

Rosso di sera

di Elio Sanfilippo

Primarie: un pasticcio alla siciliana

Nelle settimane scorse mentre dirigenti del PD siciliano si sbracciavano per spingere i propri iscritti e simpatizzanti a partecipare alle primarie e sostenere con il voto Caterina Chinnici, la candidata del partito, a Roma si consumava l’esperienza del governo Draghi.