14 Settembre 2019 - Ultimo aggiornamento alle 16.22

Elevata l'adesione

Precari Asu, Ale Sicilia: “Dopo lo sciopero pronti ad inasprire la protesta” | Video

28 Febbraio 2019

“Dopo lo sciopero di questi tre giorni indetto da Ale, Confintesa, Sinalp, Cub e Alba, che ha visto l’adesione del 70% dei 5.000 lavoratori Asu siciliani, siamo pronti ad inasprire la protesta affinché sia finalmente riconosciuto il diritto alla stabilizzazione. A tal proposito si è già costituito un coordinamento di sindaci, con l’obiettivo di coinvolgere tutti i primi cittadini siciliani a sostegno degli Asu, che incontreremo in assemblea a metà marzo a Palermo”. Lo dicono Vito Sardo e Mario Mingrino, coordinatori regionali dell’Ale Sicilia.

“L’elevata adesione allo sciopero – aggiungono – ha compromesso l’operatività di molti uffici causando notevoli disagi al pubblico, a dimostrazione dell’importanza del lavoro svolto dagli Asu. Da circa 20 anni, infatti, prestano servizio presso enti pubblici e privati, alla stregua dei dipendenti pubblici, ma senza gli stessi diritti, a partire ad esempio dal versamento dei contributi previdenziali. Di fatto lavorano in nero per la pubblica amministrazione, in cambio di un’indennità che non supera i 600 euro al mese. Indennità che, peraltro, viene pagata sistematicamente con mesi di ritardo”.

Adesso basta – continuano – la misura è colma. Andremo fino in fondo per raggiungere l’obiettivo della stabilizzazione. Ci auguriamo che nessuno, sia sul fronte politico che su quello sindacale, strumentalizzi la vertenza come è stato fatto più volte in passato. Al contrario ci aspettiamo la piena e leale collaborazione di tutti, nonché quella del governo regionale finora assente”.

“Nel frattempo – concludono Sardo e Mingrino – guardiamo con fiducia all’incontro fissato a fine marzo dal segretario provinciale dell’Ugl di Messina, Tonino Sciotto, con il sottosegretario al lavoro Claudio Durigon e i dirigenti del Ministero, Ugo Menziani e Salvatore Pirrone. A questo parteciperà anche l’onorevole Ella Bucalo, che sin da primi giorni del suo mandato parlamentare ha sposato la causa dei lavoratori Asu”.

Tag:
LiberiNobili
di Laura Valenti

I passi di gambero e la regressione nei bambini

La probabilità di ricorrere a meccanismi di difesa regressivi è alta se alla particolare vulnerabilità emotiva del bambino si aggiungono atteggiamenti genitoriali di iperprotezione e di paura fino ad arrivare al baby-talking, per cui il bambino tende a ritirarsi sempre più dal rapporto con l'esterno.
Epruno - Il meglio della vita
di Renzo Botindari

Al vincitore i giri

Non ho mai creduto e accettato i regolamenti che davano tutto il potere ad una sola persona, neanche quando da bambino giocando per strada davamo tutta questa importanza a chi portava il pallone, dando lui la possibilità di decidere chi giocava e in quale delle due squadre
Sanità in Sicilia
di Salvatore Corrao

Cos’è la Medicina interna e perché può essere una risorsa per il Sistema sanitario nazionale

Un grande maestro il professore Giacinto Viola scriveva sul suo trattato di Medicina Interna del 1933: “in Clinica tutto è improvvisazione, caso per caso, e gli ammalati così diversi sempre, anche quando hanno la stessa malattia, sono poi così mobili nei loro sintomi e fatti obiettivi, che spesso ciò che di essi si dice alla sera non è più vero al mattino”. 
Wanted
di Ludovico Gippetto

“I vestiti nuovi” della dea di Morgantina

Il caso della famigerata dea di Morgantina, ritornata in Sicilia nel 2011 dopo una lunga trattativa con uno dei più grandi musei del pianeta: il J. Paul Getty Trust di Malibu, in California.
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Il 25 aprile festa della libertà tra memoria e impegno

Anche quest’anno la ricorrenza del 25 aprile non è immune da polemiche insulse e pretestuose che puntano a delegittimare e a ridimensionare la portata storica di quel straordinario avvenimento che fu la Resistenza, quel grande movimento di popolo che restituì agli italiani la libertà e cancellò la vergognosa pagina del fascismo.