Precari siciliani delle Poste a Roma. Il ministero si occuperà della vertenza :ilSicilia.it

Il Mef aprirà un'interlocuzione con l’azienda

Precari siciliani delle Poste a Roma. Il ministero si occuperà della vertenza

di
25 Ottobre 2018

Ha ottenuto un importante risultato la delegazione dei lavoratori part time e precari siciliani di Poste Italiane, che ieri, mercoledì 24 ottobre, si è recata a Roma per incontrare in mattinata il sottosegretario al Ministero dell’economia e della finanza, l’onorevole Alessio Villarosa, e nel pomeriggio una rappresentanza dei deputati di Fratelli d’Italia. Il Mef, infatti, si occuperà direttamente della vertenza che in Sicilia coinvolge circa 800 dipendenti, i quali da anni attendono che i loro contratti siano trasformati in full time. Villarosa si è impegnato a fare chiarezza sulla vicenda dei postali siciliani e ad aprire un’interlocuzione con l’azienda per una risoluzione definitiva della vicenda.

I lavoratori lamentano i pochi posti a tempo indeterminato messi a disposizione dall’azienda in Sicilia per le conversioni e la totale mancanza di stabilizzazioni. Secondo l’accordo triennale sulle politiche attive, siglato con le organizzazioni sindacali il 13 giugno scorso, questi sarebbero solo 38 su un totale di 1.126 distribuiti su tutto il territorio nazionale. Da qui la mobilitazione che va avanti da mesi.

“Siamo soddisfatti dell’esito dell’incontro di oggi. Un confronto franco, serio e costruttivo che è servito a fare luce su numerosi aspetti che interessano i lavoratori part time e precari di Poste Italiane. Il sottosegretario ha assunto, anche a nome del governo, precisi impegni e presto avvierà le necessarie procedure nei confronti dell’azienda per approfondire la tematica e ricercare soluzioni efficaci”, dichiarano in una nota.

Nel pomeriggio i lavoratori si sono spostati a Montecitorio dove i parlamentari del partito guidato da Giorgia Meloni hanno garantito atti ed interventi in loro favore. Tra questi una richiesta di audizione urgente dell’amministratore delegato di Poste Italiane, Matteo Del Fante, dei sindacati di categoria e del Comitato #FullTimeSubito. Il loro auspicio è che tale richiesta venga condivisa da tutti i parlamentari siciliani di Camera e Senato. Molti, appartenenti anche a forze politiche diverse, da Forza Italia al Movimento 5 Stelle, si sono già schierati a loro sostegno.

© Riproduzione Riservata
Tag:
Rosso di sera
di Elio Sanfilippo

Cosa succederà dopo Orlando?

Un articolo di Maurizio Zoppi per IlSicilia.it ha sollevato un problema molto importante per la città di Palermo. Chi sarà il successore di Orlando e, soprattutto, che succederà dopo Orlando?
Segreti e non misteri
di Alberto Di Pisa

Mafia e antimafia

Dovendo parlare di mafia ed antimafia non si può non andare con la mente al 10 gennaio 1987 allorquando Leonardo Sciascia rilasciò una intervista al Corriere della Sera parlando di professionisti dell’antimafia
Wanted
di Ludovico Gippetto

L’archeologia del “Do not cross” come tutela

Rubare nei siti archeologici è gravissimo. Un argomento molto caro all’archeologo Sebastiano Tusa, fermo sostenitore del principio del "Do not cross". Dove gli oggetti antichi vanno guardati ma non decontestualizzati rispetto all’ambiente di provenienza.
CapitaleMessina
di Gianfranco Salmeri

Dopo la pandemia non sarà mai come prima

Dopo una crisi così devastante come quella che stiamo superando, le cose non potranno tornare mai come prima, e non è neanche bene che ciò avvenga. Una riflessione sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus di Gianfranco Salmeri.